Cinema

10 cose che dovete sapere sulla Mostra del Cinema di Venezia 2017

Virginia Francesca Grassi
25 agosto 2017

La 74esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia scalda i motori e si prepara a conquistare la città lagunare dal 30 agosto al 12 settembre, riunendo sotto la sua egida grandi nomi dello show bitz ed estimatori della settima Arte.

Come sempre tra glamour e cinefilia, ecco 10 cose che dovete assolutamente sapere sul Festival di Venezia 2017.

Grandi premesse.I film che proponiamo – ha spiegato il direttore del Festival Alberto Barbera – sono in un certo modo la percezione del futuro, l’indicazione di una, o meglio, più vie, che si aprono sul domani. Testimoniano una rincorsa in avanti, scrutano l’orizzonte per avvistare un dopo”.

Venezia in numeri. Snocciolando un po’ di cifre, scopriamo che saranno ben 71 i film presenti nella selezione ufficiale, di cui 21 in gara per il Leone d’Oro e ben 2 serie tv, entrambe targate Netflix (saranno infatti “Suburra” e “Our Souls at Night”).

La giuria. Oltre alla presidente, l’attrice statunitense Annette Bening, i grandi nomi chiamati a far parte della giuria del Concorso sono: l’attrice italiana Jasmine Trinca; la regista e sceneggiatrice ungherese Ildiko Enyedi; il regista, produttore e sceneggiatore messicano Michel Franco; l’attrice inglese Rebecca Hall; l’attrice francese Anna Mouglalis; il critico cinematografico anglo-australiano David Stratton; il regista e sceneggiatore inglese Edgar Wright; il regista, produttore e sceneggiatore di Taiwan Yonfan.

I film in Concorso. Saranno 21 le pellicole presentate in Concorso. Ad inaugurare le proiezioni sarà, il 30 agosto, “Downsizing” di Alexander Payne, con Matt Damon e Cristoph Waltz. Tra i film più attesi ci sono poi “Mother!” di Darren Aronofsky con Jennifer Lawrence, Javier Bardem e Michelle Pfeiffer; “Suburbicon” di George Clooney con Matt Damon e Julianne Moore;  “The shape of water” di Guillermo del Toro, con Sally Hawkins e Michael Shannon. A seguire, “L’insulte” di Ziad Doueiri;  “La Villa” di Robert Guediguian; “Lean on Pete” di Andrew Haigh con Steve Buscemi e Charlie Plummer; “Mektoub, My Love: canto uno” di Abdellatif Kechiche; “Sandome No Satsujin (The Third Murder)” di Koreeda Hirokazu; “Jusqu’à La Garde” di Xavier Legrand; “Foxtrot” di Samuel Maoz; “Three Billboards outside Ebbing, Missouri” di Martin McDonagh; “Jua Nian Hua” di Vivian Qu; “First Reformed” di Paul Schrader, con Ethan Hawke; “Sweet Country” di Warwick Thornton; “Ex Libris – The New York Public Library” di Frederick Wiseman e “Human Flow” di Ai Weiwei.

4 italiani in Concorso. Paolo Virzì, con il suo primo film americano, “Ella & John. The Leisure Seeker”, con Helen Mirren e Donald Sutherland; il musical napoletano “Ammore e malavita” dei Manetti Brothers con Claudia Gerini e Giampaolo Morelli; “Una famiglia” di Sebastiano Riso, con Micaela Ramazzotti e Patrick Brue; “Hannah” di Andrea Pallaoro, con Charlotte Rampling.

Venice VR – Virtual Reality. Una grande novità per l’edizone 2017 della kermesse cinematografica: la nascita di tre sezioni dedicate alla realtà virtuale – Venice VR – Biennale VR, Venice VR – Venice Production Bridge e Venice VR – Best Of – in cui gareggeranno una ventina di opere.

Chiacchieratissimo Escobar. Dopo il successo della serie tv targata Netflix “Narcos”, pare che la figura di Pablo Escobar non smetta di affascinare registi e pubblico. E così, nel fiorire di fiction, film e docu-film sul narcotrafficante più celebre di tutti i tempi, arriva anche in anteprima mondiale fuori concorso “Loving Pablo” di Fernando Leon de Aragona. Dalla sua ascesa negli anni’80 fino alla morte nel 1993, la pellicola si basa sul libro “Amando a Pablo, odiando a Escobar”, della giornalista Virginia Vallejo (Penelope Cruz), che per anni fu amante di Escobar, qui interpretato da Javier Bardem.

Astenersi se particolarmente sensibili”. Queste le parole del direttore del festival Alberto Barbera su “Brawl in Cell Block 99”, thriller a tema carcerario firmato da Craig Zahler, che vede protagonista Vince Vaughn nei panni di un ex pugile che, perso il lavoro e disperato, diventa un corriere della droga.

Venezia Fashion. Durante le Giornate degli Autori verrà dato spazio anche a due fashion film d’eccezione, le Miu Miu Women’s Tales: il primo è #13 CARMEN di Chloe Sevigny, già presentato a Febbraio durante la New York Fashion Week E; il secondo è invece un inedito, #14 (The (End) of Historu Illusion, firmato da Celia Rowlson-Hall.

Il leone d’Oro alla carriera. Il premio andrà quest’anno a Robert Redford e Jane Fonda, coppia d’oro sin dai tempi di “A piedi nudi nel parco” (1967). Li rivedremo assieme quest’anno in “Our Souls at Night”, diretto da Ritesh Batra.

 


Potrebbe interessarti anche