Arredamento

10+1 centrotavola d’autore

Giulia Bifronte
20 dicembre 2016

home-design

Tra i mille e più complementi di arredo per la casa e forse uno dei meno necessari, il centrotavola è uno degli oggetti più regalati ad un amico che compra casa o ad un parente per Natale o ad una coppia che si sposa e che non ha avuto l’accortezza di fare una lista nozze. Quanti di noi ne hanno uno nascosto in cantina? In questa piccola raccolta vogliamo consigliarvi nella scelta del giusto centrotavola moderno per la vostra casa o per i prossimi regali. Si tratta di oggetti raffinati, progettati da artisti e designers che ne hanno elevato il valore e prodotti dalle migliori aziende di complementi di arredo.

  • Ed ecco il nostro +1: “Una seconda vita” di Paolo Ulian. Si tratta di una ciotola ingegnosa, caratterizzata da fori che delineano delle forme ellittiche che, in caso di rottura, potrebbero essere utilizzate con funzioni differenti.

  • Nella grande varietà di proposte dell’azienda Alessi, un prodotto davvero originale è “Serrià” di Lluìs Clotet, un cestino in acciaio che acquista quasi le sembianze di un leggero tessuto stropicciato.

  • Che dire poi della serie “Hellraiser” di Karim Rashid sempre di Alessi. Questi oggetti sembrano essere i pezzi di un macchinario futuristico che uniscono la precisione del taglio laser ad una geometrica asimmetria.

  • Dalla forma di culla è il centrotavola di Bugatti “Ninnananna” progettato da Andreas Seegatz. Questo oggetto dal tenero rimando sembrerà galleggiare al centro della vostra tavola e si fermerà da solo dal suo leggero dondolare.

  • Dalla scuola del design italiano Memphis vi proponiamo “Parana” di Masanori Umeda, un divertente portafrutta triangolare dai colori pastello.

  • Se amate le trasparenze, potete scegliere vasi, cestini e piatti-vassoio della coloratissima collezione “Jelly” di Kartell. Prendendo spunto dalla natura, Patricia Urquiola interpreta al meglio le potenzialità del materiale facendolo sempre più assomigliare al prezioso cristallo.

  • Fuori dagli schemi è il centro tavola “Twitable” di Alessandro Dubini per Seletti. Completato con una decorazione floreale o una composizione di frutta lascerà di stucco i vostri ospiti!

  • Dalla mente dell’eclettico Fabio Novembre nasce l’idea di una serie di vassoi per Driade intitolati “100 Piazze” che rappresentano le più famose piazze italiane. Forse una metafora che associa la piazza della città alla cucina e all’accoglienza tipica della famiglia italiana?

  • Un esempio di centro tavola in legno ci viene proposto dai designers Setsu e Shinobu Ito con il loro portafrutta “Loop”: un anello di legno di acero dalle forme sinuose ed organiche disegnato per Slow Wood.

  • Dal laboratorio di idee Incipit, ci attrae il centrotavola “Bloom” della giovane Cristina Pettenuzzo. Un nido minimale di tre colori e di tre elementi perfettamente ad incastro ma anche utilizzabili separatamente e per ogni occasione.

  • Per Luce di Carrara, la coppia Baldessari e Baldessari crea “Filo”, una collezione che esalta le nuove tecnologie di lavorazione del marmo e il suo fascino senza tempo.