Psicologia

12 affermazioni positive per il 2015

Lucia Giovannini
8 gennaio 2015

Lucia Giovannini

All’inizio del nuovo anno, siamo pieni di speranza per tutto quello che ci attende.
Inizia un nuovo viaggio, una nuova vita. Molto probabilmente, alcuni di noi avranno stilato una lista di buoni propositi per il 2015 (un consiglio: decidi gli obiettivi per ciascun mese in modo da averne più controllo e più probabilità di portarli a termine).
Questo è un passaggio fondamentale per avere una visione più chiara sulla vita che vogliamo avere, ma altrettanto importante è prestare attenzione alle parole che usiamo e a come ci esprimiamo.
Molte volte la vita ci pone davanti sfide e ostacoli su cui non abbiamo il controllo, ma occorre ricordare che possiamo sempre decidere come reagire ad essi, usando appieno la nostra zona di potere di cui parlo approfonditamente in Tutta un’Altra Vita.

Le parole che usiamo diventano delle vere e proprie abitudini che plasmano la nostra realtà con effetti visibili in tutte le sfere della nostra vita.

Il linguaggio ha la magica capacità di alterare la nostra percezione: pensiamo attraverso le parole e queste stesse parole hanno il potere di imprigionarci o renderci liberi, di farci vivere nell’ansia e nella paura costante o di evocare il coraggio e la vitalità. Per questo, cambiando il linguaggio, cambia la nostra vita.

Vediamo insieme 12 affermazioni positive per il 2015 che potete scrivere sul vostro diario, in fogli da appendere vicino allo specchio o vicino al letto. L’importante è ripeterle tante volte fino a farle vostre!

  1. L’Universo mi supporta e mi guida in ogni mia azione
    Hai fatto ciò che era in tuo potere (e dovere), esprimendo all’Universo i tuoi obiettivi e le tue aspirazioni. Ora, rilassati e lasciagli fare il suo lavoro! L’Universo lavora sempre per il tuo bene supremo e ti guida e ti supporta in ogni momento, non dubitarne mai!
  2. Ogni cosa avviene al tempo giusto
    Ogni momento della nostra vita ci presenta una lezione da imparare. Molto spesso, i nostri tempi non coincidono con quelli dell’Universo. Magari non sei in una relazione da tanto tempo e questa tarda ad arrivare, anche quando a te sembra di essere pronta/o per iniziarne una nuova.
    La verità è che la Vita ci fa doni continui, anche in termini di lezioni da imparare. Ancora, una volta, abbi fiducia nella vita che ti farà trovare ciò di cui hai bisogno al momento giusto.
  3. Creo spazio nella mia vita per l’amore
    L’amore è l’energia che tiene in piedi il mondo e l’unica in grado di cambiarlo radicalmente. Amore non è solo una relazione sentimentale, ma una fiamma molto più ampia! Possiamo provare amore per il prossimo, per gli animali, per la natura, una causa, il mondo intero. Prova a mettere più amore in quello che fai e vedrai che cambiamenti!
  4. Tutto ciò che deve essere è
    Tutto ha una ragione per accadere o non accadere, anche se al momento fatichiamo a capire il perché. Un lavoro che non otteniamo, un progetto che non va come speriamo, una relazione che finisce. L’Universo sa quello che sta facendo. Accettare la situazione per quella che è al momento ti dona pace e serenità e pone le condizioni per andare avanti con fiducia.
  5. Mi amo e mi accetto nonostante tutto
    Non possiamo donare amore se non lo proviamo prima di tutto per noi stessi. Noi non siamo le nostre azioni o i nostri comportamenti; siamo molto molto di più. Manda amore e luce a te stessa/o ogni volta che la vocina della critica torna a farsi sentire!
  6. Io merito di essere amata/o
    Tutti noi meritiamo di essere amati per il solo fatto che siamo creature magnifiche dell’Universo.
    Qualcuno potrebbe chiedersi, “e allora perché sono ancora sola/o?”. La risposta è un’altra domanda: quanto pensi TU di meritare l’amore degli altri e, soprattutto, di te stessa/o? Se tu per prima/o, non pensi di essere degna/o d’amore perché dovrebbe pensarlo qualcun altro?
  7. Il perdono è la chiave della libertà. Scelgo di perdonare me stessa/o e chi mi ha fatto del male
    Il perdono è un balsamo molto potente in grado di sciogliere le catene del cuore. Chi ci ha fatto del male, molte volte, non ne è neanche consapevole. La “vendetta migliore” è sempre la (tua) felicità!
  8. Lascio andare ciò non è più funzionale alla mia evoluzione
    Ogni persona o situazione ci è stata data per apprendere una lezione ben precisa. Quando questa è stata appresa, è il momento di lasciare andare qualcuno o qualcosa che non è più funzionale alla nostra evoluzione. Costa fatica e dolore, a volte, ma è per fare spazio a qualcosa di ancora più grandioso.
  9. Sono grata/o per i doni che la vita mi offre
    La vita è generosa, sempre e continuamente. Ci pone tanti doni sul nostro cammino. Sta a noi riconoscerli e apprezzarli. Questa è la vera chiave per attrarre ancora più positività e felicità nella nostra vita.
  10. Gioisco del successo degli altri sapendo che c’è abbondanza per tutti
    Quante volte blocchiamo il flusso della vita, lasciando spazio a sentimenti quali rabbia e invidia? Quante volte ci atteggiamo a vittime, pensando che agli altri vada tutto bene? Il problema è che così ci poniamo in un’ottica di scarsità! La vita è abbondanza, per tutti.
  11. Sono aperta/o alle meraviglie della vita
    La vita è cambiamento e il cambiamento è vita. L’unico modo per scoprire cose nuove è fare cose nuove. Abbraccia il cambiamento, non avere paura di lasciare qualcosa che conosci per l’incerto. Grandi meraviglie ti aspettano!
  12. Apro il mio cuore a tutto il bene che la vita ha in serbo per me
    A volte, la vita ci mette a dura prova mettendoci davanti a degli ostacoli che ci sembrano insormontabili. Siamo nati per essere felici, non per soffrire. I lutti e le perdite fanno parte della vita, anche se a volte fatichiamo ad accettarli. Provare dolore è naturale e un passaggio necessario per dare il tempo necessario al nostro cuore per rigenerarsi. Quando ti sembra di non farcela e che tutto il mondo ti stia cadendo addosso, fai un respiro profondo. L’amore ti avvolge e ti circonda e una nuova felicità ti sta aspettando!

Quali sono le affermazioni positive che sentite più “vostre”? Ne avete altre?

A cura di Barbara Micheletto Spadini


Potrebbe interessarti anche