Advertisement
News

12oz: il caffè americano sbarca in Piazza Duomo

Flaminia Scarpino
2 dicembre 2016

12oz-piazza-duomo-milano-vetrina

Avete presente le scene dei film americani, in cui i protagonisti corrono per New York con in mano i loro caffè nei classici bicchieri di cartone? È esattamente questa l’idea che ha spinto David Nathaniel, imprenditore milanese e fondatore della NDD (società leader nella distribuzione di caffè americano negli hotel di lusso italiani), a dare vita a 12oz Coffee Joint.

Dopo una prima apertura in Via Torino 49 a Milano, coronata dal successo dei freecoffeedays, la catena di caffetterie all’americana è di recente sbarcata in piazza Duomo con un nuovo punto vendita pronto a catturare l’attenzione di milanesi e turisti e lanciare la sfida al gigante Starbucks, pronto anche lui a conquistare la capitale meneghina con un’apertura in piazza Cordusio, annunciata per settembre 2017.

Un’atmosfera cosmopolita, studiata nei minimi dettagli dagli architetti Bergamo e Davidovici, accoglie i clienti alla scoperta delle offerte del brand: si va dal classico caffè lungo – non è un caso che il nome 12oz derivi dalla misura in once del bicchiere medio e dai celebri ozy, i drink a base di caffè e panna montata guarniti da diversi topping – a prelibatezze quali bagel, muffin, donut, oltre ai gustosi chef sandwich e alle shake salad ideate in collaborazione con lo chef Umberto Vezzoli.

Una scalata che non si ferma: il marchio aprirà infatti a metà dicembre un nuovo negozio a Milano, più precisamente in piazza Gae Aulenti. La guerra del caffè è aperta?


Potrebbe interessarti anche