Fotografia

5 cose da sapere sul calendario Pirelli 2017

Clarissa Monti
20 maggio 2016

peter-lindbergh

Scatti in bianco e nero, niente Photoshop e uno stuolo di attrici hollywoodiane come protagoniste. Scopriamo insieme 5 cose da sapere sul calendario Pirelli 2017 firmato da Peter Lindbergh.

1- Per la 44esima edizione del celeberrimo calendario, Pirelli ha deciso di affidarsi al fotografo tedesco Peter Lindbergh. Maestro indiscusso dell’immagine, famoso per il suo tocco cinematografico, aveva già firmato due edizioni: nel 1996, quando scattò in California con modelle del calibro di Eva Herzigova, Carré Otis e Nastassja Kinski, e nel 2002, quando ritrasse a Hollywood tra le altre Kiera Chaplin, Brittany Murphy e Mena Suvari. Un’incursione anche nel 2014, quando venne rispolverato un inedito di Helmut Netwon e il fotografo collaborò con il grande Patrick Demarchelier per il 50esimo anniversario di The Cal.

2- Addio Photoshop! Peter Lindbergh ha scelto di non porre nessun filtro tra la macchina da presa e la modella e di abolire i ritocchi con Photoshop. In questo senso il grande fotografo di Leszno dimostra un maggiore interesse per le donne vere con i loro piccoli difetti che ne esaltano il fascino.

petrer-kRxB-U1080330827520nlF-1024x576@LaStampa.it

3- Il cast del calendario Pirelli 2017 sarà stellare, con uno stuolo di attrici internazionali, tra cui mancherà però un’italiana. Al momento i nomi sono ancora top secret ma da alcune dichiarazioni che ci circolano sui media internazionali pare certo che le protagoniste saranno celeb hollywoodiane.

4- La cifra stilistica del calendario Pirelli 2017 sarà l’incredibile bianco e nero che ha reso celebre Peter Lindbergh nel mondo e con cui ha già ritratto donne bellissime sullo sfondo del grande cinema hollywoodiano.

5- Per il Calendario Pirelli 2017 Peter Lindbergh ha deciso di abbandonare l’amata California e sembra ormai certo che la location certa per gli scatti sia New York dove, secondo alcune indiscrezioni, il fotografo 72enne sarebbe già al lavoro.


Potrebbe interessarti anche