Psicologia

5 domande per sbloccare il tuo potenziale

Lucia Giovannini
4 settembre 2014

Lucia Giovannini credits foto Stefano Martinelli

Tutti noi possediamo delle grandi potenzialità. Il problema è che a volte non ne siamo consapevoli, le neghiamo per paura di sbagliare o ci scoraggiamo se percepiamo la strada dinanzi a noi come lunga e tortuosa. La vera felicità fonda le radici nella pace interiore e nello sviluppo autentico del proprio potenziale, nell’essere al meglio di se stessi, nel fare e nel dare il meglio che possiamo, nel vivere una vita piena di significato. Come fare?

Qui di seguito 5 domande per sbloccare il tuo potenziale.

1. Cosa vorresti fare prima di morire?
La vita è un dono prezioso che ci è stato offerto, ma nessuno sa quando ci verrà tolto. Il tempo è limitato e prezioso per lasciare spazio ai rimpianti. Pensa a una cosa che vorresti fare prima di morire. Quale sarebbe? Una volta che hai individuato quello che vorresti fare, dedica più tempo possibile a questo obiettivo. Come scrivo in Tutta un’Altra Vita, il fatto di avere una destinazione precisa offre una direzione alla mente, una rotta su cui focalizzare la nostra attenzione. Una volta che ci siamo posti degli obiettivi in maniera intenzionale, essi funzionano come una vera e propria calamita per pensieri e potenzialità e fanno sì che ogni azione venga orientata verso la realizzazione della nostra visione. Questo meccanismo agisce in modo che persino la nostra percezione ne viene influenzata e iniziamo ad accorgerci di parti della realtà che prima non prendevamo nemmeno in considerazione.

2. Quali sono le 3 cose che ti rendono felice e soddisfatta/o?
Cosa ti rende veramente felice? Passare del tempo in famiglia, scrivere, leggere, condividere le tue conoscenze con gli altri? Essere consapevole di quello che ti rende soddisfatta/o, ti permette di organizzare la tua vita intorno a queste priorità e di valorizzare meglio il tuo tempo.

3. Quali sono le 3 cose che ti impediscono di fare quello che ami di più?
Cosa non ti permette di dedicare del tempo per fare quello che vorresti? Il telefono che squilla incessantemente e interrompe il tempo prezioso che passi con i tuoi figli? Sei sicura/o che sia sempre tutto urgente oppure qualche volta puoi lasciare attiva la segreteria telefonica? Passi troppo tempo davanti a Facebook o guardi troppa televisione? Spegni tutto e fai quello che ti rende felice! Tu hai sempre il potere di dire di no, ricordatelo!

4. Come parli a te stessa/o?
A volte, quello che non ci permette di essere felici è il dialogo interiore, fatto da credenze limitanti, pensieri negativi, pre-occupazioni che affollano la mente. Le parole creano la nostra realtà, meglio allora sceglierle con cura e nutrire la mente con affermazioni positive. Quali sono i tuoi pensieri/credenze negativi più ricorrenti? Una volta che conosci le frasi che usi per sminuirti, boicottarti o vittimizzarti e incolpare gli altri, bandiscile dalla tua dieta linguistica! Fai una lista di nuovi pensieri e frasi che controbilancino quelle negative, ti motivino e ti inducano in uno stato d’animo più potenziante. Ecco alcuni esempi, tratti da Tutta un’Altra Vita:- “non sono capace/non ce la posso fare” diventa “ho in me la capacità di fare ciò che desidero”;- “lavoro e piacere non vanno d’accordo” diventa “il mio lavoro è per me fonte di piacere e gratificazione”;- “non merito niente dalla vita” diventa “io merito il meglio”;- “non me ne va mai bene una” diventa “la mia vita è un susseguirsi di piacevoli sorprese”;- “sono sbagliato/a ed è difficile cambiare” diventa “io vado bene esattamente così come sono e facilmente cambio”.

5. Quali sono i 3 successi che hai raggiunto nella tua vita finora?
Pensa a 3 successi che hai raggiunto finora nella tua vita: laurea, promozione al lavoro, ottenimento di un lavoro o qualsiasi altra meta che consideri un successo.
Cosa ti ha permesso di arrivare dove sei arrivata/o? Quali caratteristiche di te stessa/o? Saranno le stesse che ti permetteranno di realizzare appieno le tue potenzialità.Sei pronto/a ad essere felice? Liberamente adattato da Lifehack 

Esercizio di chiusura per i lettori di Luuk Magazine: se la tua vita fosse la risposta, quale sarebbe la domanda?
In altre parole, quale è la domanda inconscia che guida le tue giornate?
Potrebbe essere come fare più soldi. Oppure come essere più felice o come crescere i tuoi figli. O ancora come lasciare un segno del tuo passaggio sulla terra, come creare un mondo migliore…

A cura di Barbara Micheletto Spadini
Credits foto Stefano Martinelli


Potrebbe interessarti anche