Psicologia

5 passi per ritrovare la motivazione

Barbara Micheletto Spadini
16 gennaio 2014

Lucia Giovannini credits foto Stefano Martinelli

In questi primi giorni del nuovo anno, abbiamo deciso i nostri obiettivi, scritto i nostri buoni propositi e siamo carichi e determinati per raggiungerli. Ci sentiamo motivati. Ma come fare quando gli impegni quotidiani, la stanchezza o gli ostacoli imprevisti sul nostro cammino ci fanno perdere la motivazione?
Occorre ritrovarla subito e rimettersi in cammino verso la meta.

1. Immagina in dettaglio il risultato finale
In ogni fase di definizione degli obiettivi, i primi step sono rappresentati dal chiarire cosa vuoi raggiungere nel breve e lungo periodo. Per ritrovare la motivazione, immagina in dettaglio quale sarà il risultato finale una volta raggiunto il tuo obiettivo. Se tra le risoluzioni del nuovo anno hai scritto “rimettermi in forma”, per esempio, metti sulla scrivania o in un altro posto ben visibile la foto di un vestito che vuoi indossare una volta che ti sei rimessa/o in forma. Come scrivo in Tutta un’Altra Vita, il principio di questa semplice tecnica, chiamata visualizzazione creativa, si basa appunto sul fatto che per la nostra mente inconscia non esiste differenza tra qualcosa di realmente vissuto e qualcosa di vividamente immaginato: in entrambi i casi si creano delle nuove sinapsi. Se poi a tutto ciò aggiungiamo un alto coinvolgimento emozionale, il processo diventa ancora più potente. Una cosa che vi faciliterà è il rilassamento. Corpo e mente vivono in strettissimo collegamento: quando uno si distende, anche l’altro ne trae beneficio.
Attraversare il ponte verso il futuro risulta più facile se il nostro intero sistema è rilassato. Per farlo, non occorre trascorrere l’intera giornata visualizzando. È più importante fare delle brevi visualizzazioni, bastano anche 2-3 minuti per volta, e ripeterle spesso nel corso della giornata. Sfrutta l’abilità umana a creare abitudini e inserisci le visualizzazioni nella tua routine quotidiana.

2. Ricordati i tuoi “perché”
Così come è importante avere chiaro il perchè qualcosa è importante per noi in fase di definizione degli obiettivi, allo stesso modo è importante ricordarcelo quando la motivazione viene meno. Se ti senti svogliata/o, prova a immaginare il sentimento di euforia e realizzazione che avrai una volta portato a termine ciò che ti sei messa/o in testa di fare.

3. Celebra i piccoli successi intermedi
A volte gli obiettivi sono grandi e realizzabili in un lasso di tempo più lungo.
Quando non vediamo subito i risultati sperati, è facile lasciarsi prendere dallo sconforto. Ricordati di celebrare i piccoli traguardi. Come spiego in Mi Merito il Meglio, la gratitudine è un muscolo più che un’emozione. Come riuscirai a mantenere l’impegno fino alla fine se non ti celebri mai?  Puoi provare con questo esercizio tratto da Tutta un’Altra Vita: scrivi nel tuo diario almeno una cosa al giorno che consideri un piccolo o grande successo. Dopo aver scritto il tuo successo, fatti un applauso e trova un modo per celebrare. Sii creativo!

4. Circondati di persone positive
A volte, nella corsa verso i nostri obiettivi, alcune persone non ci daranno il supporto di cui avremmo bisogno. Non lasciare che questo offuschi il tuo entusiasmo.
Circondati di persone positive, con cui condividere i momenti di forza e di debolezza e ricordati di incoraggiare a tua volta i loro progetti e le loro ambizioni! Nessuno ha mai scalato la montagna del successo da solo!

5. Cadi e rialzati
Sperimentare cali di motivazione è normale, soprattutto quando siamo davanti a un semaforo rosso della vita o un ostacolo si presenta improvvisamente lungo il nostro cammino. Solo perchè il raggiungimento di un obiettivo è posticipato, non vuol dire che non si potrà mai realizzare. Quando ti sembra che niente vada per il verso giusto, fermati e respira profondamente. Questo ti aiuterà a vedere le cose secondo una prospettiva più obiettiva e riprendere in mano la situazione!

Liberamente adattato da Richard A Luck

Esercizio di chiusura per i lettori di Luuk Magazine: fai scorta di risorse!
Ecco un esercizio per aiutarti a generare l’energia, la motivazione e la forza per rialzati dopo una caduta o un momento particolarmente difficile.
Tutto ciò che hai bisogno di fare è ricordarti che ce l’hai fatta altre volte.
Prendi un quaderno ed elenca tutte le volte in cui hai affrontato situazioni difficili, magari hai anche pensato non mi riprenderò più. Eppure ce l hai fatta! Sei sopravvissuto!
Richiama velocemente l’episodio nella tua memoria. Come ne sei uscito? Che risorse hai usato?
Scrivile, quelle risorse sono ancora dentro di te e diventano la tua benzina per andare avanti anche nelle salite della vita!

A cura di Barbara Micheletto Spadini
Photo credits: Stefano Martinelli

Potrebbero interessarti anche:
www.luukmagazine.com/it/la-routine-del-nuovo-anno-in-10-passi
www.luukmagazine.com/it/7-passi-per-essere-il-life-coach-di-te-stesso


Potrebbe interessarti anche