Arte

A Bologna i capolavori di Frida Kahlo e dell’arte messicana del XX secolo

Elisa Monetti
21 gennaio 2017

frida1

Sono i colori roventi e le atmosfere sospese di “Arte Messicana del XX secolo” che fino al 26 marzo ci accolgono a Bologna nelle stanze di Palazzo Albergati: una preziosissima esposizione delle opere della Collezione Gaiman che espone le creazioni firmate María Izquierdo, David Alfaro Siqueiros, Ángel Zárraga, oltre ai capolavori di Frida Kahlo e Diego Rivera, vero fiore all’occhiello della mostra.

Una storia d’amore che se n’è presa a cuore un’altra, bella e terribile: questa è la straordinaria origine della preziosa collezione. Jacques Gelman e Natasha Zahalkaha si incontrano a Città del Messico, entrambi fuggiti dalla Russia comunista, e lì si sposano. Lui fa fortuna nel mondo del cinema come produttore di film comici con protagonista Mario Moreno; è il 1943 quando Jacques chiede come dono alla moglie un ritratto dal pennello di Diego Rivera. Da qui la collezione dei coniugi Gelman non fa che ampliarsi, accogliendo opere di grandi artisti sudamericani con un particolare occhio di riguardo per quelle dei due artisti-amanti Frida Kahlo e Diego Rivera.

Un amore torbido, maledetto, un incidente, dice l’artista del suo uomo, paragonandolo al dramma che l’ha paralizzata. Di certo un amore massicciamente testimoniato, da Frida Kahlo in primis: la più grande biografa di sé stessa è infatti quella che realizza con i suoi quadri, proprio come scrivesse le pagine di un diario. Un percorso di vita affascinante e tormentato, conclusosi prematuramente.

frida-kahlo-amoroso-abbraccio-universo-dettaglio

Sono proprio alcune delle pagine più preziose di tale diario che espone la mostra: tra le tele più importanti, Autoritratto con collana (1933), Autoritratto seduta sul letto (1937), Autoritratto con scimmie (1943), Autoritratto come Tehuana (1943) e quelle indissolubilmente legate al suo amore per Diego, come L’abbraccio amorevole dell’universo, la terra (il Messico), Diego, io e il signor Xolotl (1949).

Ma non solo quadri: l’esposizione lascia infatti anche vasto spazio a fotografie, gioielli, disegni, litografie e un’eccezionale selezione di abiti ispirati all’iconica Frida Kahlo e firmati da grandi nomi della moda quali Gianfranco Ferrè, Antonio Marras e Valentino.

Insomma, un mondo da scoprire, ricco di colori cocenti e struggenti emozioni.

 

Collezione Gaiman: Arte Messicana del XX secolo
29 novembre 2016 – 26 marzo 2017
Palazzo Albergati, via Saragozza 28, Bologna
Orari: lunedì-domenica 10 – 20

 

 


Potrebbe interessarti anche