Letteratura

A Mantova torna il Festivaletteratura

Virginia Francesca Grassi
1 settembre 2013

mantova

Giunto alla sua XVII edizione il Festivaletteratura di Mantova, in programma dal 4 all’8 settembre, è divenuto oramai una vera e propria istituzione tra gli eventi culturali del Belpaese.

Ricchissimo il programma di incontri con autori, reading, spettacoli, concerti e installazioni artistiche: particolare attenzione verrà dedicata quest’anno alla letteratura sudamericana, cui il festival dedica un’ampia rassegna, senza però tralasciare scenari come l’Italia, l’Europa, il resto del mondo e la più stretta attualità – dalla guerra in Siria a temi come la democrazia e la tutela dei diritti umani. Grande spazio poi anche agli autori per ragazzi, tra cui Marie-Aude Murail e Ulf Stark, insieme a laboratori, visite e percorsi guidati per lettori grandi e piccini.

Fra gli autori italiani segnaliamo la presenza di Roberto Saviano, che aprirà le danze del festival con un incontro dedicato al tema “La forza delle parole”, e di Marco Malvaldi, Michela Murgia, Andrea Vitali, Simonetta Agnello Hornby, Paolo Nori, Cristiano Cavina, Massimo Cacciari, Piergiorgio Odifreddi, Paolo Giordano, Melania Mazzucco, Dacia Maraini e Carlo Lucarelli.

mantova 2

Per quanto riguarda invece gli scrittori centro e sudamericani, la città dei Gonzaga ospiterà il cubano Leonardo Padura Fuentes (“La nebbia del passato”), la messicana Angeles Mastretta (“Donne dagli occhi grandi”), il colombiano Santiago Gamboa (“Morte di un biografo”), l’argentino Andrés Neuman e il brasiliano Ronaldo Wrobel. Un focus sulla letteratura cubana avrà inoltre come protagonisti un gruppo di giovani autori – Atilio Caballero Menéndez, Wendy Guerra, Francisco López Sacha, Leonardo Padura Fuentes, Karla Suarez – che discuteranno su cosa significhi scrivere e leggere in un paese in cui la libertà di pensiero e di parola viene spesso negata.

Di grande attualità anche gli interventi della giovane illustratrice siriana di libri per ragazzi Nadine Kadaan; dispiace ricordare che a discutere con lei sulla situazione del Paese avrebbe dovuto essere padre Paolo Dall’Oglio, il gesuita scomparso in Siria da più di un mese. Parteciperanno poi lo scrittore coreano Kim Young-Ha Viktor Mayer-Schönberger, che parlerà di big data e utilizzo dell’informazione nei mercati e nella società nell’era del digitale. Da segnalare, inoltre, la retrospettiva dedicata a David Grossman e gli omaggi a Beppe Fenoglio, nel cinquantesimo anniversario della morte, e al giornalista Gianni Brera.

Dall’Europa arrivano altri attesissimi ospiti, quali Almudena Grandes, autrice de “Le età di Lulù” portato sullo schermo da Bigas Luna e interpretato da Francesca Neri, Emmanuel Carrère (“Facciamo un gioco”), Mathias Énard (“Parlami di battaglie, di re e di elefanti”) e Clara Usòn (“La figlia”).

Molto interessante, infine, l’iniziativa di Scrittrici Ritrovate, con la ristampa del libro di Ada Negri “La Cacciatora e altri racconti”, presentato dalla professoressa Antonia Arslan, e con la rappresentazione al teatro Bibiena di “Intorno ad Ada Negri”.

Virginia Grassi

Maggiori informazioni sul sito www.festivaletteratura.it


Potrebbe interessarti anche