Advertisement
Cinema

A Milano il Fashion Film Festival ci fa sognare e promette di lanciare emergenti talentuosi

Valentina Nuzzi
5 settembre 2014

Schermata 2014-09-05 alle 09.22.00

A Parigi, l’iconica regina del nero Diane Pernet lo fa già da parecchi anni. A Milano si respira invece aria di novità quando si sente parlare del Fashion Film Festival, che, al contrario del parente ASVOFF (A Shaded View Of Fashion Film) ha un carattere meno indipendente e di nicchia in quanto sostenuto dalla Camera Nazionale della Moda.

KOKKA - HUNTER & GATTI 4

La fondatrice e direttrice dell’evento –  Costanza Cavalli Etro, argentina di origine ma italiana di adozione – ha messo in piedi nel giro pochi mesi un progetto ambizioso: avvicinare la gente al mondo della moda tramite un linguaggio trasversale come quello del cinema, con la ferma volontà di dare pari visibilità a talenti emergenti e nomi affermati(ssimi) nel fashion business internazionale.

PRADA - CANDY by Brigitte Lancombe

Il 14 ed il 15 Settembre 2014 il Piccolo Teatro Grassi di Milano ospiterà infatti le proiezioni degli short movies di giovani registi nostrani e non, affiancati da quelli prodotti da marchi celeberrimi. Tra gli italiani anche Prada, Valentino, Versace, Ferragamo e Missoni, a cui si aggiungono, tra gli internazionali, nomi come Rodarte, Proenza Schouler, Balmain, Rochas e Cartier.

Sigrid loves tennis by Harrys 2

Non solo Maisons ma anche autorevoli fashion magazines, tra cui spiccano gli inglesi i-D, Dazed&Confused e LOVE e il nostrano L’Officiel Hommes Italia. Un evento-consorso completamente gratuito (previa registrazione online) che si propone di premiare e lanciare nell’industria cinematografica emergenti talentuosi. In un’epoca di crisi e budgets limitati, un’iniziativa simile ci regala un sorriso e ci fa sperare in un futuro migliore, a misura di giovane. Brava Costanza!

Valentina Nuzzi


Potrebbe interessarti anche