Advertisement
Arte

Abiti da sposa e da ballo s’intrecciano nei musei internazionali

Luca Siniscalco
10 maggio 2014
Silk satin wedding dress, designed by Norman Hartnell, 1933, given and worn by Margaret, Duchess of Argyll. © Victoria and Albert Museum, London

Silk satin wedding dress, designed by Norman Hartnell, 1933, given and
worn by Margaret, Duchess of Argyll. © Victoria and Albert Museum, London

Gli appassionati di moda possono esultare: due occasioni imperdibili li attendono in questo maggio di fuoco. Due mostre indirizzate all’approfondimento di temi affascinanti, capaci di generare interesse e cultura fra le pieghe svolazzanti di abiti stupendi.

Nancy James in Charles James Swan Gown, 1955 Courtesy of The Metropolitan Museum of Art, Photograph by Cecil Beaton, The Cecil Beaton Studio Archive at Sotheby's

Nancy James in Charles James Swan Gown, 1955 Courtesy of The Metropolitan Museum of Art, Photograph by Cecil Beaton, The Cecil Beaton Studio Archive at Sotheby’s

Parliamo in primo luogo di “Wedding Dresses 1775-2014”, la nuova esposizione del londinese Victoria and Albert Museum. La mostra analizza l’intricata storia dell’evoluzione degli abiti da sposa, ponendo attenzione sui modelli più celebri. Dal 3 maggio 2014 sino al 15 marzo 2015 l’esposizione rivelerà i particolari segreti dell’abito bianco par excellence che continua a catturare vasta attenzione e a generare emozioni in tutto il mondo. In mostra, per spiegare la genesi e la trasformazione dell’estetica del matrimonio, video, fotografie, ma soprattutto meravigliosi abiti. Fra di essi notevoli sono quelli disegnati da Charles Worth, il primo sarto di moda, ma anche diversi vestiti coevi alla seconda guerra mondiale e pezzi moderni di Vera Wang, Lacroix, Lanvin e Vivienne Westwood. Romanticismo, fashion e vintage sono ingredienti che non mancheranno.

Charles James Butterfly Gown, 1954 Courtesy of The Metropolitan Museum of Art, Photograph by Cecil Beaton, The Cecil Beaton Studio Archive at Sotheby's

Charles James Butterfly Gown, 1954 Courtesy of The Metropolitan Museum of Art, Photograph by Cecil Beaton, The Cecil Beaton Studio Archive at Sotheby’s

La seconda sorpresa arriva dal Met di New York, dove dall’8 maggio al 10 agosto 2014 sarà ospitata una mostra dedicata al leggendario stilista angloamericano Charles James (1906-1978). “Charles James: Beyond Fashion” esplorerà le modalità creative alla base del procesesso inventivo rivoluzionario adottato da uno stilista le cui opere continuano a influenzare la moda moderna. Inserita nel progetto di rinnovamento del Costume Institute del museo statunitense, l’esposizione narra di un viaggio – quello di James da Londra a Parigi per approdare infine a New York, nel 1940 –, ma soprattutto di un’avventura – quella che ha portato lo stilista a creare capi unici, avanguardistici, ormai iconici. Un vero tuffo nell’autentica storia della moda!

Luca Siniscalco


Potrebbe interessarti anche