Design

Addicted to rattan

Davide Chiesa
16 giugno 2015

rattan1

Fresco, resistente, flessibile, ecologico: è il rattan, un materiale naturale che proviene dalle fasce tropicali e subtropicali del pianeta, in particolare dal Sud Est Asiatico, Africa e America Centrale e che viene utilizzato perlopiù per la produzione di mobili per esterno per le sue caratteristiche peculiari. Si può chiamare anche midollino, dal momento che il midollino è la parte più interna del fusto della pianta, ma non si deve confondere con il bambù né con il vimini o con il giunco che appartengono invece ad un’altra di famiglia di arbusti. Dal punto di vista fisico il rattan è un tipo di palma ed è estremamente versatile, può essere piegato attraverso particolari tecniche di lavorazione a caldo, ad esempio a vapore o a fiamma libera, non teme gli agenti atmosferici e mantiene la sua bellezza e naturalezza per molto tempo.

La maggior parte della produzione del rattan si concentra in Indonesia, dove il giro d’affari che coinvolge direttamente e indirettamente il rattan si aggira sui quattro miliardi di dollari, le esportazioni sono a livello mondiale e influenzano tutti i mercati. È un materiale antico, il suo commercio internazionale inizia alla fine del 1700 quando paesi europei come Gran Bretagna e Olanda sfoggiarono per primi nelle proprie abitazioni i mobili in rattan, sfruttando le loro conquiste coloniali e la conoscenza di culture lontane. Ancora oggi l’utilizzo del rattan richiama immediatamente paesaggi esotici, ambienti ricchi e lussuosi, mete lontane, hotel di lusso o spa esclusive e la produzione di oggetti d’arredo per esterno con questo materiale viene promossa da parte di tutte le maggiori aziende del design: Patricia Urquiola, Ron Arad, Roderick Vos, e tanti altri designers hanno fatto del rattan un materiale nobile e utilizzato in moltissimi elementi di arredo. Con il rattan si possono realizzare sedute, complementi d’arredo, tavolini, persino lampade e il fascino di questo materiale esotico resta sempre intatto, pronto a venire utilizzato in tutto il mondo come un trait d’union culturale che unifica allo stesso tempo linguaggi progettuali e stili di vita.

Davide Chiesa
www.davidechiesa.com


Potrebbe interessarti anche