Fashion

Addio ad Angelo Marani, l’ingegnere della maglieria

Virginia Francesca Grassi
5 gennaio 2017

marani1

La moda è il senso del bello”, amava ripetere. Si è spento all’età di 70 anni Angelo Marani, uno dei nomi simbolo del made in Italy. Lo stilista combatteva  da un paio d’anni contro un male incurabile.

Noto come “l’ingegnere della maglieria”, nel 1969 aveva dato vita nella sua città natale, Correggio, alla Marex (acronimo di Marani Export), divenuta in breve una delle realtà di spicco della moda internazionale. Nel 2002 il suo debutto sulle passerelle di Milano Moda Donna.

Sostenitore della cultura e delle arti – celebre la sua passione per le opere di Mimmo Rotella –, fu nella maglia che trovò da subito la propria cifra stilistica. Tra le intuizioni dello stilista si ricordano infatti la maglia stampata con la tecnica dei foulard di seta, la maglia ultraleggera ottenuta con i telai Bentley, originariamente destinati alle calze da donna, e la creazione dell’elastomero nel denim, che fu una vera rivoluzione per i jeans.

Guidato da una forte spinta verso l’innovazione e la sperimentazione, Marani è tuttavia rimasto sempre solidamente ancorato alle sue radici emiliane, facendo del proprio legame con il territorio e con la sua gente un vanto: punti cardine della sua politica imprenditoriale, investire internamente sulla formazione degli operai e tenere alti i valori della qualità artigianale.


Potrebbe interessarti anche