News

Al Superstudio Più di Milano torna il ‘Temporary Museum’

staff
29 marzo 2012

In via Tortona 27, al Superstudio Più torna per il quarto anno, allargato dalla Extension al Superstudio 13, il ‘Temporary Museum for New Design’, manifestazione ideata per ospitare i progetti di grandi brand ma anche di sicure promesse, seguendo il concept ‘meno fiera e più museo’.

Il progetto di Gisella Borioli, con la direzione artistica di Giulio Cappellini, prevede una successione di più di 40 mostre, con presentazioni spesso firmate dalle star del design come Italo Rota (per Samsung), Giulio Cappellini (per Alcantara), Carlo Colombo (per Cristalplant), i fratelli Fernando e Humberto Campana (per Cosentino), Oki Sato (per Nendo).

 

 

Nel Basement il vivaio di circa 90 nuovi nomi dal mondo. I numeri sono in crescita: 40 brand internazionali, 200 designer, 2 location, 3 ristoranti, 1 temporary shop, 13.000 metri quadrati, attesi oltre 100.000 visitatori. Quest’anno l’evento propone come linea conduttrice ‘Telling a Story’, il design raccontato da parole, aforismi, lettering lungo il percorso comune del Temporary Museum con il pensiero di grandi architetti e intellettuali, per riflettere, per capire. Installazione grafica dell’artista Flavio Lucchini. Al Superstudio Più un grande spazio underground di circa 2.000 mq è dedicato a giovani talenti di tutto il mondo. Discovering, other talents, other worlds, other ideas è un viaggio tra le promesse del design nel Basement di Superstudio Più, cui si accede da un nuovo ingresso indipendente collocato accanto all’ingresso principale.

 

Fonte: ADNKronos


Potrebbe interessarti anche