Biennale di Venezia 2013 Cinema

Al via la Mostra del Cinema di Venezia, che festeggia la sua 70ma edizione

Maria Stella Gariboldi
28 agosto 2013

sez

Si inaugura oggi l’attesissimo appuntamento annuale con la Mostra del Cinema di Venezia, appuntamento tanto più caro in quanto lo storico festival celebra con questa edizione i suoi settant’anni.

Dopo la proiezione, ieri sera, di Le mani sulla città di Francesco Rosi – in versione restaurata – la Mostra parte ufficialmente. Presentato dalla madrina Eva Riccobono, ad aprire il festival sarà Gravity, thriller fuori concorso con protagonisti Sandra Bullock e George Clooney.

venezia2

A seguire, la novità di quest’anno che celebra il compleanno della Mostra: Venezia 70 – Future Reloaded porta sullo grande schermo del Lido (e in streaming sul sito web della Biennale) i lavori di 70 artisti, autori di altrettanti cortometraggi ispirati al festival, tutti dalla brevissima durata di circa un minuto.

Avranno inizio poi le frenetiche giornate veneziane, che tra proiezioni, ospiti e celebrazioni continueranno fino al 7 settembre. Il compito di assegnare il Leone d’Oro spetta quest’anno ad una giuria presieduta (per la seconda volta dopo il 1983) da Bernardo Bertolucci. Il regista italiano sarà affiancato da altre personalità del cinema internazionale, come Andrea Arnold, Carrie Fisher, Renato Berta e il compositore Ryuichi Sakamoto.

venezia3

Tra i grandi attesi dell’evento, l’inglese Terry Gilliam in concorso con il suo The Zero Theorem, che dovrà vedersela tra gli altri con Child of God di James Franco, La jalousie di Philippe Garrel, Philomena di Stephen Frears e Kaze Tachino di Hayao Miyazaki. Desta curiosità anche il documentario The unknown known di Errol Morris, su e con l’ex segretario alla Difesa statunitense Donald Rumsfeld, una delle menti dietro la guerra in Iraq. L’Italia, invece, che la tradizione vorrebbe vittima di un’eterna trascuratezza, sarà rappresentata da Emma Dante, con Via Castellana Bandiera, dal documentario Sacro Gra di Gianfranco Rosi e da L’intrepido di Gianni Amelio, ultimo italiano a vincere il Leone d’Oro.

Omaggio al cinema nostrano anche la proiezione speciale Dietro le quinte di otto e ½, del fotografo Gideon Bachmann, e, sempre dedicato a Fellini, Che strano chiamarsi Federico, ritratto del regista e dell’uomo raccontato dall’amico Ettore Scola.

Tra i fuori concorso, invece, grande entusiasmo per il documentario Ukraine is not a brothel – L’Ucraina non è un bordello – di Kitty Green, lungometraggio sul movimento femminista Femen di cui svela la nascita nello stato post sovietico, le rivendicazioni antipatriarcali e la vita delle attiviste. E mette in luce anche degli aspetti decisamente poco prevedibili.

venezia5

Infine – lo sappiamo, la Mostra non è fatta solo di film –  molti sono gli ospiti di questa 70ma edizione: oltre a Clooney e alla Bullock, sono infatti attesi Scarlett Johannson, protagonista di Under the Skin di Jonathan Glazer, Zac Efron, Matt Damon e Christoph Waltz (entrambi in The Zero Theorem), e Lindsay Lohan, protagonista del fuori concorso The Canyons insieme al pornoattore James Deen.

Per non deludere gli appassionati di cinema, e nemmeno quelli del red carpet.

Maria Stella Gariboldi


Potrebbe interessarti anche