Advertisement
Arte

Alessandro Guzzi in mostra a Roma

Luca Siniscalco
17 maggio 2014

10356421_10202816325202529_415717586415059260_n

Un pittore ben noto ai lettori di Luuk Magazine, Alessandro Guzzi, inaugura una mostra di grande valore a Roma, la città che meglio esprime la vocazione spirituale e tradizionale dell’artista. Confermando nei volti delle figure e nelle atmosfere umbratili tracciati nelle sue tele quella tensione mistica efficacemente espressa a livello concettuale nell’intervista a noi concessa, l’artista rivendica coraggiosamente all’arte quel ruolo aurorale e intrinsecamente simbolico che la postmodernità liquida tende a sfaldare nel non-senso. Per un senso nuovo, che riluca di una Nuova (e insieme a sé Identica) Oggettività, la poetica di Alessandro Guzzi combatte quotidianamente. Questa mostra lo enuncia nella concretezza della visione, di cui il comunicato stampa di seguito riportato fornisce spunti introduttivi.

Il giorno 23 Maggio alle ore 18:00 all’UNIVERSALE, LIBRERIA-GALLERIA DELLE ARTI, Via F. Caracciolo 12 a Roma (adiacenze Piazzale degli Eroi) sarà inaugurata la mostra di ALESSANDRO GUZZI. La mostra sarà visitabile dal 23 Maggio al 23 Giugno 2014, tutti i giorni (esclusi festivi) dalle h 17 alle 20.

L’artista romano espone opere recenti che rafforzano la sua chiave di lettura: una figurazione che da visione di un mondo di bellezza, parallelo alla crisi profonda del mondo attuale. Scrive Vincenzo Centorame nel testo di presentazione della mostra :

«La poetica di Alessandro Guzzi è interamente al di fuori dei canoni artistici prevalenti nel nostro tempo. Eppure egli appartiene del tutto al confronto delle idee di questa nostra epoca incerta, contraddittoria e, per molti versi, confusa nelle prospettive e nei valori di riferimento.

Pittore d’immagine, di segno e disegno, da molti anni si dedica, in maniera approfondita e molto personale, alla esplorazione della figura femminile. Si tratta di donne al di fuori dei contesti abituali di tempo e di spazio. In qualche modo proiettate in una dimensione metafisica in virtù di una concezione della figurazione che rende molto riconoscibili e, per alcuni aspetti, inconfondibili, i suoi lavori.»

L’Universale è uno spazio diretto da Maurizio Messina che propone da alcuni anni conferenze, dibattiti, presentazioni di libri, concerti, mostre.

In galleria sarà a disposizione dei visitatori un esauriente catalogo con testi di Vincenzo Centorame, Sandro Giovannini, Roberto Guerra, Marco Guzzi, Maurizio Messina e Don Mauro Tranquillo (FSSPX). In appendice al catalogo due interviste all’artista a cura di Roberto Guerra e le note biografiche.

A cura di Luca Siniscalco


Potrebbe interessarti anche