Advertisement
News

Alessandro Michele loves Donald Duck

Flaminia Scarpino
1 marzo 2017

Uno dei protagonisti della Man Spring/Summer 2017 di Gucci è un personaggio caro alla nostra infanzia, capace di far tornare in vita il nostro lato fanciullesco, troppo spesso dimenticato: Alessandro Michele, dopo i capi con le stampe dei Peanuts, fa sfilare in passerella Donald Duck, l’ironica papera di Walt Disney che con le sue avventure gli ha tenuto compagnia da bambino.

Ma poiché la nuova collezione Gucci è ispirata al viaggio dietro le T-shirt, le felpe, le sneakers e i maglioni, con la stampa di Paperino c’è molto di più. Infatti Michele, ispirandosi alla citazione di Novalis “I viandanti sono diretti sempre verso casa”, utilizza nella collezione dei simboli che fanno riferimento al ritorno nei luoghi cari del viaggiatore: sotto il volto di Paperino, disegnato sulle T-shirt, compare in alfabeto greco il nome di Serapide, la divinità a cui è dedicato uno dei templi più grandi di Roma, città d’origine dello stilista.

Però il viaggio del direttore creativo non si conclude in modo ciclico solo con il ritorno a Roma, a cui fa riferimento con l’iscrizione greca, ma anche con il ritorno alla sua infanzia-momento della vita in cui il lato creativo è al massimo delle sue potenzialità- e quindi al personaggio dei cartoni che lo ha affascinato da bambino.

Alessandro Michele non lascia nulla al caso, e anche dietro un semplice capo con la stampa di un personaggio Walt Disney si nasconde una filosofia da scoprire: la moda, quando fatta da persone di uno spessore culturale come quello dello stilista di Gucci, può diventare un racconto, ma scritto su tessuto e non su carta.


Potrebbe interessarti anche