News

Alitalia si rifà il look con Alberta Ferretti

Martina D'Amelio
4 dicembre 2017

Le ultime divise di Alitalia, poco amate dal personale

Alberta Ferretti disegnerà le nuove divise della compagnia aerea che, promette, saranno “un simbolo di stile e italianità”. Una bella notizia per il personale Alitalia, non proprio entusiasta dell’ultima linea.

Le uniformi firmate dalla stilista andranno infatti a sostituire, a partire dall’estate 2018, quelle proposte dopo l’arrivo degli azionisti arabi, che avevano scatenato alcune polemiche perché non rispondenti agli standard della Iata, l’associazione internazionale delle compagnie aeree, a causa della composizione al 70% in acrilico (in caso di incendio quindi, altamente infiammabili). Senza contare il design, a base di capi total red e calze verde bottiglia (già sostituite da Etihad, in seguito alle lamentele, con dei modelli color carne), decisamente poco fashion.

Ora la scelta di affidare il look del personale di volo e di terra a una campionessa dello stile made in Italy: “Mi piace l’idea di portare la creatività, l’eleganza e la qualità del nostro Paese nel mondo” ha dichiarato Alberta Ferretti. Una collaborazione che promette di rinnovare l’immagine della Compagnia, con una collezione che coniughi eleganza e praticità per garantire a hostess, steward &co. comfort e benessere in ogni occasione lavorativa e in tutte le stagioni.

A causa del naturale logoramento dei capi, passato un certo periodo di tempo è necessario procedere al riassortimento delle divise – spiegano i vertici di Alitalia – In vista della prossima fornitura di magazzino si è deciso di sostituire l’attuale modello con un nuovo disegno firmato da una stilista italiana di fama mondiale. La scelta di cambiare le divise è stata presa anche per venire incontro alle numerose richieste provenienti dal personale operativo, con il proposito di migliorare il benessere e la qualità del lavoro di chi le indossa tutti i giorni”.

La casa di moda curerà sia il disegno che la progettazione delle nuove uniformi. Insomma: dopo appena 18 mesi Alitalia si rifà il look, anche se per ora non c’è alcuna indiscrezione riguardo al design. Se il rilancio sotto l’egida di Etihad Airway non è andato come avrebbe dovuto, per ora a guadagnarci, senza dubbio, sarà solo stile – in attesa di un nuovo investitore.

 

 

 

 

 


Potrebbe interessarti anche