Motori

Alla Milano Fashion Week con Lancia Ypsilon ELLE

Cesare Lavia
2 marzo 2015

FullSizeRender-5

Abbiamo provato per voi la nuova Ypsilon ELLE, top di gamma di Casa Lancia, che si è rivelata una perfetta compagna di viaggio in occasione delle sfilate milanesi, col suo look modaiolo, caratterizzato da abbinamenti cromatici e tessuti pregiati ispirati proprio al mondo del fashion.
La “piccola” di Casa Lancia, con le sue forme arrotondate, è una 5 porte dallo stile inconfondibile, confortevole e maneggevole, che nel traffico cittadino si è dimostrata sorprendentemente agile.
La versione della nostra prova non poteva che essere la B-colore: Rosa Cipria Glam, Micalizzato, abbinato al Nero Vulcano.

FullSizeRender-7

Già all’esterno molti sono i particolari che catturano l’attenzione: il distintivo motivo “pied de poule” che impreziosisce i montanti, così come la calandra anteriore, le maniglie delle porte, i loghi e le cornici dei fendinebbia, rifiniti in “dark chrome”.
Anche i cerchi diamantati da 16” contribuiscono non poco e rendere l’auto preziosa ed elegante, nella migliore tradizione Lancia.

FullSizeRender-2

All’interno ritroviamo la già nota e pratica plancia con strumentazione centrale, impreziosita in questa versione speciale da morbida pelle di colore rosa pallido, che ricopre parzialmente anche i sedili. Anche all’interno è protagonista il B-colore, grazie all’elegante accostamento del rosa della pelle al nero dell’alcantara che riveste la parte centrale delle sedute e degli schienali, creando uno stile unico e raffinato.

FullSizeRender-1

Assai ricca la dotazione della nostra versione in prova: climatizzatore automatico, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, comandi radio al volante, sistema Blue&Me, fari bixeno con funzione di accensione e spegnimento automatico, persino Magic Parking. Accessorio davvero magico quest’ultimo: basta avvicinarsi all’area di parcheggio, schiacciare l’apposito tasto e, per magia, l’auto parcheggia da sola. Il guidatore dosa solamente il gas, mentre le manovre vengono fatte tutte in autonomia. Non neghiamo che vedere lo sterzo che gira da solo a destra e a sinistra faccia un certo effetto, almeno la prima volta. Poi ci sia abitua e, come a tutte le comodità, non ci si vorrebbe più rinunciare.

A voler essere pignoli, l’unico elemento di cui abbiamo avvertito la mancanza è un auspicabile bello schermo con navigatore integrato.

FullSizeRender-6

La scelta dei motori per questa versione Elle è ampia. Noi abbiamo testato la versione 1.2 Fire Evo da 69 CV .
L’auto si è dimostrata davvero confortevole e piacevole da guidare, in città come in autostrada. La posizione di guida è alta e la visibilità è buona. Tutti i comandi sono a portata di mano e appaiono decisamente ordinati.
Lo sterzo è preciso e leggero (ancora più leggero attivando la funzione CITY in manovra). Il cambio non delude affatto: buoni gli innesti, dolci e precisi, e per le cambiate nessun problema, perché un assistente di bordo avvisa quando è il momento di modificare la marcia, per un ottimo rendimento.

FullSizeRender-3

Lo spazio a bordo è buono per quattro persone. Il bagagliaio, con i suoi 250 litri, non fa miracoli, ma, anche grazie alla forma regolare, è in grado di accogliere tutti i bagagli necessari per un weekend fuori porta. I sedili posteriori sono abbattibili e vengono in soccorso in caso di trasporto di oggetti ingombranti.
La tenuta ci è sembrata sorprendente: sempre ottima, in tutte le circostanze. É davvero un’auto “ben piantata” sulla strada, che consente di viaggiare in totale sicurezza.
L’auto si è fatta apprezzare anche per l’alto livello di confort: non solo silenziosa, ma anche dotata di ammortizzatori dall’ottima taratura.
Circa le prestazioni, lo spunto da 0 a 100Km/h è risultato più che accettabile per un’auto da 70 CV e una massa di circa 1000 kg. In città, ad ogni modo, se l’è cavata sempre egregiamente. Solo in autostrada, in caso di sorpasso, occorre mettere in preventivo di prepararsi con un po’ di anticipo.
Non ci hanno delusi i consumi: sempre molto contenuti.

FullSizeRender-8

Difetti? Giusto un paio: le plastiche utilizzate nella parte bassa, che potrebbero essere di migliore qualità, e lo spazio a disposizione degli oggetti, che è molto ridotto. Un utile portatutto è collocato nella parte bassa della plancia, giusto sotto il cambio, che è in posizione rialzata, ma sarebbe più utile se fosse illuminato. Di sera, mentre si viaggia, si fa fatica ad individuarlo.

Cosa chiedere di più ad un’auto che nasce per la città, ma è a proprio agio in ogni circostanza? Nulla! Lancia ha però pensato di regalare quel quid in più; perchè ogni donna possa essere sempre in perfetta sintonia e “total look” con questa preziosa compagna di viaggi, la casa automobilistica ha disegnato e prodotto anche un’inedita e specifica linea di gioielli in Alcantara, dando così vita alla prima utilitaria pret-a-porter!


Potrebbe interessarti anche