Motori

Alla scoperta della nuova Ford Focus

Davide Stefano
23 marzo 2015

Sequence 01.Still004

La nuova Ford Focus, simbolo ed icona del mondo automobilistico, è tornata a far parlar di sé: con una linea più decisa e marcata rispetto al modello precedente, la vettura riprende le linee frontali della piccola Fiesta, con una vistosa calandra trapezoidale e fari dalle curve molto decise che danno una linea aggressiva attraverso l’aggiunta dell’eleganza del cromato.

Non vi è ragione per tacerlo: il salto qualitativo e di design compiuto da Ford negli ultimi 10 anni è stato impressionante. Come è stato possibile? Soltanto estrapolando il massimo da una vettura già competitiva sul mercato e donandole una nota stilistica e di design radicalmente innovativa.

Appena ci si siede all’interno dell’auto, si può notare subito la qualità dei materiali degni di nota, dalla pelle esclusiva all’ottimo montaggio delle plastiche, piacevoli al tatto.

Le novità riguardano tuttavia sopratutto la consolle centrale, che è diventata il cervello e il fulcro della Focus, grazie all’abbandono degli innumerevoli tasti che occupavano tutta la plancia sul precedente modello, adottando inoltre una tecnologia vocale potenziata, una delle migliori in questo momento presenti sul mercato: il Sync 2, che grazie allo schermo da 8″ pollici permette un controllo totale sull’autovettura.

Il motore che abbiamo avuto in prova è un piacevole 1.0 ecoboost 125cv, che può sembrare un po’ piccolo in relazione alla massa della Focus, ma che grazie all tecnologia del propulsore è stato votato per il terzo anno consecutivo quale “Motore dell’anno 2014”. Un record – questo – raggiunto grazie all’avanzata tecnologia che consente di ottenere le prestazioni di un benzina 4 cilindri e al contempo i consumi di un motore diesel di pari cilindrata.

Degno di nota è inoltre il settore della sicurezza, nel quale la casa di Detroit non ha badato a spese, fornendo ai propri clienti il meglio disponibile sul mercato in fattore di sicurezza, come l’Active City Stop, il sistema di frenata automatica d’emergenza, il Lane-keeping Aid per il mantenimento della corsia, il Driver Alert, che controlla il livello di attenzione del conducente, e il Forward Alert, il sistema di prevenzione delle collisioni. Completano la dotazione l’Active Park Assist, il sistema di parcheggio semi-automatico, l’Auto High Beam, la regolazione automatica degli abbaglianti, il Traffic Sign Recognition, il riconoscimento automatico dei segnali stradali, e il Blind Spot Information System per il monitoraggio dell’angolo cieco.

Insomma, una totale evoluzione per una macchina che viene scelta costantemente ogni anno da migliaia di clienti, anche proprio in virtù della sua capacità di rimettersi costantemente in gioco.


Potrebbe interessarti anche