Fashion

Allegri, “the architects of fabrics”

staff
25 giugno 2011

Schermata 2014-04-06 a 22.21.45

Forma e sostanza. Stile e materia. L’unicità dei capi Allegri ha un suo segreto: la ricerca e la sperimentazione sui tessuti, utile soprattutto alla performance e al comfort dei capi spalla. Questa volta riguardanti la bella stagione al maschile.
Per esempio un dinamico blouson, tagliato nel Fancy Nylon luminoso, ha una tecnologica stampa pied-de-poule traslata sulla trama, prima ancora di renderla waterproof ed è così fresco da permettere al nostro “lui” di tuffarsi nel caldo torrido della città, senza una sbavatura. Mentre il piumino estivo Kite, diafano, iperleggero e divertente, ha una imbottitura a sorpresa in soffice piuma dipinta nei forti toni primari, come il giallo girasole e il verde prato, rivelati proprio dalla peculiare trasparenza. Ecco il trench couture, must della Maison, nell’elegante etermo nastrato Twice Cotton dai sofisticati toni del beige, ma con insospettate tinte vivide a contrasto nel suo interno.
Ed in un continuo gioco trasversale le nuove giacche “ibride” hanno davantini rimovibili cosicché da capi outdoor vengono trasformate in confortevoli blazer d’interni dal piacevole slim fitting. Quando la caban navy blue non diventa un’avventurosa giubba da lupo di mare, ma divisa vacanziera perfetta anche per il più serioso dei manager. E’ arrivata l’estate, o no?
Sempre in armonia con il concetto di funzionalità e dinamismo del brand, destinati ad uomini di spirito sempre in movimento, per affari o per piacere, ci sono i set da viaggio impacchettabili ed impeccabili. E il tocco dandy di una sciarpa vaporosa e stropicciata ad arte, in pendant con l’outfit preferito.

Marisa Gorza


Potrebbe interessarti anche