Advertisement
Fitness & Wellness

Allenamento e sicurezza: la tradizione del Krav Maga

Alessio Rinelli
28 ottobre 2013

Krav Maga

Come unire la passione per il fitness, l’esigenza di difesa personale e l’interesse per le discipline e culture tradizionali? Come coniugare la tensione verso l’attività fisica e quella rivolta all’apprendimento ed all’ampliamento dei propri orizzonti personali?
La nostra risposta di oggi consta di soli due termini: Krav Maga.
Si tratta di una disciplina ideata in Israele a partire dal 1948, inizialmente all’interno dell’esercito. Il fondatore, Imi Lichtenfeld, lavorò per 20 anni come Istruttore Capo all’interno dell’IDF (Israeli Defence Force) e potè sviluppare una metodologia di allenamento e di tecniche di lotta dall’incredibile potenziale. Le peculiarità del Krav Maga dipendono ampiamente dalla formazione di Lichtenfeld, che fu pugile e campione di lotta libera, nonché esperto di lotta di strada. Tale disciplina doveva rispondere a diverse esigenze: la rapidità di apprendimento, l’efficacia nelle situazioni di pericolo reale, la struttura semplice e rigorosa, l’apertura alle variabili connesse allo scontro. Nacque così il Krav Maga. Le sue tecniche sono estremamente precise e nel contempo prive di regole fisse, in quanto costantemente aperte al confronto con la dinamicità delle situazioni e delle esperienze. Krav Maga in lingua ebraica significa letteralmente “combattimento a contatto” ed è un sistema tattico totalmente pratico finalizzato a fornire al praticante le basi per una reazione – nonché prevenzione – efficace in contesti di aggressione e di minaccia fisica.
Lo studio della biomeccanica e della psicologia del combattimento sono sezioni importanti di tale disciplina, dove la lotta è intesa in senso più pragmatico e vicino alla mentalità occidentale rispetto ad altri sistemi di origine orientale. Il Krav Maga, in quanto vera e propria disciplina di lotta e non attività sportiva, punta prevalentemente a zone vitali del corpo, quali genitali, carotide e occhi, considerate usualmente vietate negli sport di contatto. Anche il confronto con le armi da fuoco riveste una parte importante.
Il Krav Maga è riconosciuto a livello internazionale come uno dei più efficaci sistemi di autodifesa e combattimento ed è adottato e studiato dalla maggior parte dei professionisti della sicurezza e dei corpi speciali militari e di polizia in tutto il mondo.

Alessio Rinelli