Fitness & Wellness

Allenamento sistematico

Federico Raffaele Cartareggia
3 novembre 2014

Schermata 2014-11-03 alle 10.53.00

Molti non colgono l’importanza della programmazione dell’allenamento e della costanza nello svolgerlo, allenandosi alla buona senza seguire uno schema di allenamento ben preciso. Il nostro organismo è una macchina perfetta che ha bisogno di input ben precisi e programmati per svolgere al meglio i “compiti” a lui assegnati. È anche vero che però il nostro corpo ha bisogno di nuovi stimoli dopo un determinato arco di tempo, altrimenti si abituerà a svolgere quegli stimoli e non risponderà più in maniera completa e soddisfacente.

Come fare quindi per ottenere buoni risultati, stimolando adeguatamente il nostro organismo senza portarlo ad una situazione di stallo?

Dobbiamo organizzare il nostro allenamento in modo tale da permettere al nostro corpo di ottenere risultati, ricercando dunque il giusto mix di combinazioni di allenamento. Ecco qualche suggerimento su come programmare la nostra tabelle di marcia in palestra:

  • Seguire una scheda costantemente e rispettarla alla lettera per tutta la sua durata (solitamente circa 2 mesi. Dopodiché l’organismo si adatterà a svolgerla, rispondendo in maniera disomogenea tra input e output).
  • Alternare periodi in cui svolgeremo attività ad alta intensità a periodi a bassa intensità (in modo tale da non stressare eccessivamente il nostro organismo che potrebbe rispondere con una sorta di “rigetto” all’allenamento: sovrallenamento, stallo).
  • Suddividere il nostro allenamento in tre periodi principali: il periodo dedicato all’ipertrofia muscolare, quello dedicato alla forza ed infine quello dedicato alla definizione (in tal modo andremo a lavorare su tutte le fibre muscolari, stimolando in modi diversi il nostro corpo).

Dunque programmare il nostro allenamento, è fondamentale sia per avere una tabella di marcia ben precisa da seguire, sia per garantire un allenamento completo ed adeguato che ci permetterà di allenarci in maniera completa e ciclica, senza stressare eccessivamente il nostro corpo e senza portarlo così a situazioni di stallo.