Advertisement
Expo 2015

Ambassadors di Expo, un trio davvero speciale

Marco Maria Medardo Marcucci
16 aprile 2015

expo

Manca poco. Davvero poco.

A poche settimane dall’apertura ufficiale di Expo Milano 2015, tra scandali e tempi di lavoro previsti ancora lunghi, poco ci sembra chiaro. Una cosa lo è di certo. Tre nomi, tre personaggi apparentemente diversi ma tutti con la stessa passione per l’alimentazione e l’enogastronomia entrano a far parte della grande famiglia di Expo. Sono lo Chef meneghino Gualtiero Marchesi, nome di tutto rispetto nel panorama della cucina italiana, l’eclettico imprenditore statunitense nel campo della ristorazione Joseph “Joe” Bastianich e Beatrice Vio, campionessa mondiale di scherma paralimpica.

Schermata 2015-04-16 alle 12.17.25

Che cos’hanno in comune? Sicuramente essere stati nominati Ambassadors ufficiali per Expo Milano 2015! Ma vediamoli più nel dettaglio.

Gualtiero Marchesi, che da tantissimi anni della sua passione ha fatto un mestiere, raggiungendo importanti traguardi, confida nella tenacia di Milano e di tutto il popolo italiano per risollevarsi dalla crisi. “Expo è una grande occasione per dimostrare quello che possiamo fare. Sottolineo ‘possiamo’, perché basta che questo Paese lo voglia ed è capace di superare qualsiasi ostacolo. Solo così ritroveremo l’Italia che si fa rispettare” questo è ciò che afferma in conferenza stampa, scegliendo tra l’altro il grano, ingrediente fondamentale nella dieta mediterranea, come simbolo di ricrescita e ripartenza del nostro paese.

Un paese che ha meno bisogno di ripartenza è sicuramente quello che ha dato i natali a Joe Bastianich, che già da una manciata di anni è volto noto sui nostri teleschermi. Infatti, lo showman di New York vanta origini italiane da parte di mamma Lidia, a sua volta grande imprenditrice nel settore della ristorazione negli USA. E Joe, fin da piccolo, impara i primi rudimenti della cucina italiana e della vera gastronomia. “All’Esposizione Universale nasceranno idee che apriranno la strada a soluzioni e strategie condivise per capire come mangiare bene e sano. Bisogna far passare il messaggio che nutrirsi tutti, in maniera corretta ed equilibrata è un diritto e non un privilegio” sostiene Bastianich. L’alimentazione corretta è un tema caro all’imprenditore americano visti i suoi precedenti problemi di salute legati all’alimentazione.

Problemi di salute di altro tipo invece, sono quelli che hanno colpito Beatrice Vio nel 2008, che a causa di una meningite fulminante si è resa necessaria l’amputazione di entrambe braccia e gambe. Situazione difficilissima per una ragazzina, soprattutto per una schermitrice a livello agonistico. Questo non è bastato ad abbattere il carattere molto forte della piccola fiorettista che con grande forza ha ripreso subito gli allenamenti, con l’ausilio di apposite protesi e carrozzina, senza mai fermarsi fino ad arrivare a coronare il suo sogno vincendo la Coppa del Mondo ad Hong Kong nel 2014. Anche lei dunque viene nominata come ambasciatore per l’Esposizione Universale di Milano affermando: “Spero che Expo Milano 2015 possa portare ad un deciso cambio di mentalità nell’affrontare questioni delicate come il nutrimento e lo spreco di cibo. È necessaria una nuova sensibilità collettiva in merito alla sostenibilità, al riciclo e alla possibilità di garantire cibo sano e sufficiente per tutti”.

Insomma, molti personaggi sono stati nominati come Ambassadors per Expo 2015, figure diverse, con diversi background e provenienti da i più disparati settori, ma tutti con lo stesso obiettivo. Quello di portare il tema “Nutrire il Pianeta” verso nuovi confini, verso lidi anche lontani da quelli meramente alimentari. Ce lo auguriamo tutti, e nell’attesa speriamo che tutto sia pronto per l’inaugurazione di Expo Milano 2015.


Potrebbe interessarti anche