Advertisement

American Airlines ha presentato istanza di fallimento

staff
29 novembre 2011


American Airlines e la sua società madre Amr Corp hanno fatto richiesta di accedere alla procedura di protezione dai creditori dopo il fallimento all’inizio di questo mese del tentativo di accordo con i piloti per ridurre il costo del lavoro.
Amr era stato l’unico tra i maggiori vettori aerei americani ad evitare il ricorso alla procedura fallimentare nell’ultimo decennio, una mossa usata negli anni scorsi dai principali concorrenti per ristrutturare gli accordi lavorativi e tagliare i costi.
Questo ha lasciato Amr, terza compagnia aerea dietro United Continental e Delta Air Lines, con i costi del lavoro più alti del settore.
La compagnia ha anche spiegato di aver subito l’aumento del prezzo dei carburanti, che hanno fatto schizzare i costi di oltre il 40% nel terzo trimestre rispetto all’anno precedente.
All’interno della richiesta di protezione prevista dal Chapter 11, presentata in un tribunale di New York, la compagnia ha elencato asset per un valore di 24,72 miliardi di dollari a fronte di passività per 29,55 miliardi di dollari. La società ha dichiarato, inoltre, di avere liquidità per 4,1 miliardi di dollari.
Sia American Airlines che American Eagles durante la procedura fallimentare dovrebbero continuare a garantire voli regolari.
Nel pre-borsa il titolo Amr perde oltre il 60% a 64 centesimi.

 

Fonte: Reuters