Advertisement
News

Anna Piaggi. Un’attitudine libera

staff
26 agosto 2012

Esistono persone nate per rivelare al mondo che la Vita imita l’Arte assai più che non l’Arte la vita. Così è stato per Anna Piaggi. Scrittrice, giornalista di moda e creatrice di estetiche nuove. Viaggiatrice del tempo e degli stili, coltissimo personaggio che non poteva e non voleva passare inosservato, nonostante la pacatezza milanese dei modi e della voce. In ogni sua apparizione durante la settimana della moda sorprendeva per look surreali, folli, iper-sofisticati e chic, come se indossasse ogni volta le Doppie Pagine da lei studiate per Vogue Italia. Era il 1988 quando la nuova direttrice, Franca Sozzani, la volle accanto a sé per creare una nuova immagine della rivista.  Nessuno come Anna Piaggi è riuscito a produrre equilibri instabili, sintesi espressive, suspence grafiche, mix di Belle Epoque e Surrealismo, fascini retrò incrostati di daily news e biblio-moda o up-libris. Attraverso la sua mente fertile gli Arlecchini di Picasso e Sonia Delaunay ridevano in teatrini improvvisati pronti a catturare metafore e nuovi sillogismi perché ovviamente Ceci n’est pas une Boutique. Storie, storie, tante storie quelle raccontate da Anna Piaggi, sviluppate in sovrapposizioni quasi geologiche. Ere accumulate in piccoli spazi. Lo spazio di un articolo o di un abito da indossare. Epoche da raccontare in pochi metri di satin o in un centimetro di carta bianca facendo della grafica l’elemento essenziale dell’estetica. Ossessione per numeri, cifre, caratteri. Lei, come Peter Greenaway nei sui deliri filmici, elaborava visionarie situazioni catalogate alla maniera anglosassone. Insieme ad Alfa Castaldi, suo alter-ego e marito (il mio α … così amava definirlo) ha regalato nuove prospettive alla Moda e al giornalismo di Moda. La sua intelligenza luminosa come una stella mai scontata, mancherà molto in questo mondo sempre più standardizzato e opaco.

Letture:
Anna-cronique di Anna Piaggi e Karl Lagerfeld – Longanesi –Milano 1986
Anna Piaggi’s Fashion Algebra  di Anna Piaggi– Leonardo Arte – Milano 1999

Testo e illustrazione di Barbara Monacelli, straordinaria fashion-designer e talentuosa pittrice. Barbara, dopo essersi diplomata all’Accademia di Costume e di Moda di Roma, ha intrapreso una serie di brillanti collaborazioni, tra le quali spiccano Pino Lancetti, Les Copains, Egon von Furstenberg. Di seguito, il suo sito ufficiale: www.behance.net/BarbaraM


Potrebbe interessarti anche