Interviste

Anna Zegna

staff
29 ottobre 2010


Anna Zegna, Image Director e Presidente Fondazione Zegna, è una delle donne che meglio rappresentano lo stile italiano nel mondo.

Il suo impegno costante nella valorizzazione del Made in Italy ha portato il marchio Ermenegildo Zegna ad essere uno dei più amati nel mondo.

Lei è una donna simbolo di classe e raffinatezza, che cosa sono per lei eleganza e stile?
Ritengo che esistano diversi modi per essere eleganti  e uno di questi deve andare  al di là delle  semplici regole del vestire bene. C’è un modo di esprimere un’allure raffinata che non sopporta la costrizione del senso comune ed esiste uno stile personalissimo da reinventare ogni giorno, l’eleganza è l’antitesi della volgarità.
Lo stile Zegna, non significa ostentare una moda, ma trasmettere la propria  personalità attraverso gli abiti che si indossano; si riferisce all’arte di vivere, non al subire mode passeggere. Il modello di eleganza che Zegna persegue, confina con un vero e proprio stile di vita, rigoroso nella scelta dei concetti fondamentali, sicuro nel tracciare nuove direzioni, creativo nell’individuare percorsi non convenzionali mantenendo il legame con la tradizione e con la qualità. Quello che per noi è essenziale, e che tutti riconoscono, è che il nostro stile è un lusso understated. 

Se dovesse fare qualche nome di uomini e donne di stile chi citerebbe?
Possono essere persone conosciute come Giovanni Agnelli o anonime, ma accomunate da uno stile dove gli eccessi vengono banditi e non si è succubi delle mode del momento. La propria immagine infatti viene definita attraverso scelte naturali dettate dal proprio gusto.

Qual è il messaggio che il marchio Ermenegildo Zegna vuole trasmettere ai suoi attuali e potenziali clienti?
Nel mondo il marchio Ermenegildo Zegna è sinonimo di qualità ed eccellenza italiana.
Grazie ai valori e alle attività tramandate da mio nonno e fondatore Ermenegildo Zegna, siamo stati in grado di anticipare i cambiamenti e di avere una visione in cui l’innovazione e il sapersi adattare ai periodi storici, hanno sempre giocato un ruolo fondamentale. Il cliente quindi, premiando ormai i brand che hanno una forte tradizione alle spalle, sono più attenti al prodotto e alla sua qualità ricercando  in un abito  queste due componenti, ma anche funzionalità e stile contemporaneo.
Il messaggio che vogliamo trasmettere è che Zegna dovrebbe portarci indietro ai valori umani duraturi, ricordandoci quello che realmente conta, e cosa vuol dire vivere bene.
Le collezioni Ermenegildo Zegna sono pensate per uomini che guardano la qualità e l’autenticità dei materiali, la cura del dettaglio e le finiture, tutte caratteristiche che derivano da un savoir faire che viene passato di generazione in generazione.

Ho recentemente visitato il nuovo flagship store Ermenegildo Zegna a Shanghai e notato la forte presenza del brand in tutte le principali città del Paese, quali sono i segreti per conquistare clienti con un gusto così diverso dal nostro?
I clienti cinesi stanno imparando a conoscere sempre di più l’autenticità e la filosofia italiana, apprezzano l’alta qualità delle nostre materie prime ma anche il taglio, il metodo produttivo e le rifiniture dei nostri capi.
Gli ultimi anni hanno messo in evidenza un notevole interesse dei clienti cinesi per il look tradizionale dell’uomo d’affari e per l’abbigliamento casual d’alta gamma.
Oggi i consumatori cinesi hanno molte più risorse a loro disposizione, come la possibilità di viaggiare e di accedere a molteplici mezzi d’informazione: ciò alimenta e influenza il loro senso dello stile. Di conseguenza lo stile di vita Ermenegildo Zegna è stato un oggetto di desiderio per più di un decennio. L’abbigliamento raffinato per l’uomo d’affari, il cuore della filosofia Zegna, è stato prontamente recepito dai consumatori locali, che hanno dato luogo a un volume di vendite di notevoli proporzioni, considerando che siamo stati i primi ad entrare in Cina 20 anni fa , mettendo in atto una sorta di “educazione” allo stile e al gusto tipici  dell‘italianità che ci appartiene e che rappresentiamo.

Questo è un anno estremamente importante per il marchio Ermenegildo Zegna e sono state molte le iniziative messe in atto per il Centenario, avete altri progetti da svelare?
Termineremo l’anno del nostro Centenario con eventi e openings a Las Vegas, Shanghai, Shenzhen, Chengdu, Vienna, Amsterdam e Monaco oltre ad altre città. Alla fine di quest‘anno festeggeremo anche i 10 anni della Fondazione Zegna.
I nostri progetti futuri per il 2011 vedranno i festeggiamenti del 20esimo anniversario di Zegna in Cina, l‘apertura di un nuovo Global Store a Parigi, il lancio dell‘e-commerce Ermenegildo Zegna.

Ermenegildo Zegna ha aperto da pochi anni il nuovo quartier generale di via Savona, cosa pensa di Milano e del suo ruolo nel fashion system internazionale?
Via Savona, al centro dell’area “Savona-Tortona”, è ormai nota per essere diventata una delle zone più attuali e moderne di Milano. Ospita infatti diverse realtà ed eventi sia artistici, culturali che mondani ed è così diventata da quartiere industriale, sede di fabbriche e capannoni, a cuore pulsante della vita culturale e artistica della città. Questo è uno dei motivi per cui abbiamo scelto di essere parte di questa zona e di vivere Milano in tutti i suoi aspetti soprattutto nei periodi delle sfilate e della settimana del design; questa città è viva ed é un’importante vetrina e piattaforma per la moda che permette al nostro “bel paese” di riaffermarsi nel panorama del fashion system internazionale.

Intervista curata da Luca Micheletto