Arrow: non si arresta la mania per i supereroi dei fumetti

Marica Cammaroto
21 gennaio 2014

Stephen-Amell

Che siano supereroi Marvel (Iron  Man, Hulk, Spiderman…) o DC Comics (Superman, Batman, Wonder Woman…), non fa differenza. Il pubblico internazionale, soprattutto in questi tempi di crisi, sembra particolarmente attirato dalle vicende che vedono come protagonisti, parafrasando la famosa citazione di Spiderman, personaggi “con grandi poteri dai quali derivano grandi responsabilità”. Dopo gli X-Men, dopo Thor, dopo i Fantastici 4, dopo The Avengers, sembra essere il turno di Arrow.  La serie tv statunitense, basata sulle vicende del personaggio Freccia Verde (scuderie DC Comics) è stata trasmessa in prima visione su Italia 1 a partire da Marzo 2013. Racconta le vicende del playboy miliardario Oliver Queen, il quale, naufrago per 5 anni su un’isola deserta, viene tratto in salvo e torna finalmente a cas, a Starling City. Qui assume l’identità segreta nota come “Hood” per combattere il crimine e la corruzione della città, seguendo una lista di nomi trovata nella giacca del suo defunto padre. Grazie ad abilità fisiche straordinarie e ad un’incredibile maestria con l’arco ottenute sull’isola con anni di pratica, Hood inseguirá ad uno ad uno i malviventi della Lista per eliminarli.

arrow_renewed_s2

Il protagonista Oliver Queen è interpretato dal bel Stephen Amell, che recita il proprio ruolo in maniera ineccepibile, complice anche una notevole prestanza fisica. Dopo un inizio in sordina per questa serie tv, nel 2013 sembra essere scoppiata la Arrow-mania: è risultata una delle serie più viste del 2013 con picchi di ascolto di oltre 3 milioni e 400 mila spettatori. Quindi, se anche voi credete che il mondo abbia ancora bisogno di eroi alla vecchia maniera, non perdetevi il prossimo episodio che andrà in onda il 24 gennaio alle ore  21.10 su Italia Uno.

Marica Cammaroto