Advertisement
Men

Aspettando Baselworld 2016

Davide Passoni
1 marzo 2016

Copertina

Mancano poco più di due settimane all’avvio di Baselworld 2016, l’appuntamento clou dell’anno, insieme al SIHH di Ginevra, per gli appassionati di orologi, che convergono da tutto il mondo a Basilea per ammirare le novità dell’orologeria e restare aggiornati sulle tendenze delle lancette, presenti e future.
Mentre Ginevra è una sorta di salotto, riservato all’altissimo di gamma dell’orologeria mondiale, a Basilea (dove al salone dei segnatempo si affianca quello dei gioielli) sono presenti Maison e orologi di un po’ tutte le fasce prezzo. Per ingannare l’attesa, oggi e nelle prossime settimane proporremo alcune delle novità a nostro avviso più interessanti che usciranno da Baselworld 2016. Per finire, si spera, sui polsi di qualcuno di voi.

Rado

Rado True Open Heart
Rilanciata con un nuovo bordo affusolato solo un anno fa, la gamma dei Rado True si fa ora ancora più leggera. In edizione limitata a 500 esemplari numerati singolarmente, il True Open Heart che sarà presentato a Baselworld 2016 è realizzato in ceramica hi-tech (materiale del 25% più leggero dell’acciaio a parità di volume e tra i più leggeri utilizzati nell’orologeria di alta gamma), sia in colore nero opaco sia bianco lucido, declinata nelle linee pulite della gamma Rado True. Il movimento svizzero finemente decorato è incorniciato da un profilo stilizzato del quadrante che ne accentua l’impressione di leggerezza.

Hublot

Hublot Big Bang Unico Sapphire
Un orologio scolpito nello zaffiro? Sissignori! Questo segnatempo di Hublot nasce proprio così, con Carrure, lunetta e fondello tagliati da blocchi di zaffiro (solo alcuni pezzi sono in titanio), un materiale resistente ai graffi quasi quanto il diamante, per la cui lavorazione Hublot si è avvalsa del savoir-faire di uno specialista svizzero in materia. Prodotto il 500 esemplari, anche se di aspetto leggero e minimalista, l’Hublot Big Bang Unico Sapphire è un pezzo che non passerà inosservato a Baselworld 2016 né al polso di chi lo indosserà.

TAG-Heuer

TAG Heuer CARRERA Heuer-02T
Se potessimo accostare un Carrera a un animale, diremmo che è un camaleonte. Capace di trasformarsi rimanendo se stesso nel DNA, il cronografo principe di TAG Heuer si presenta a Baselworld 2016 nella sua versione estrema, con cronografo automatico certificato COSC e tourbillon volante in titanio e carbonio. Cronografo e tourbillon, ovvero l’abbinata di due delle complicazioni più famose dell’orologeria tradizionale. A Basilea arrivano la versione Black Phantom, realizzata in 250 esemplari, e quella tradizionale, che è l’unico cronografo automatico COSC Tourbillon dell’industria svizzera al di sotto dei 15mila euro.

Terra-Cielo-Mare

Terra Cielo Mare Orienteering El Alamein
Fedele alla propria mission di celebrare le imprese storiche che hanno visto come eroi assi dell’aviazione, dell’aeronautica e dell’esercito, Terra Cielo Mare porta a Baselworld 2016 un esemplare della collezione Orienteering ispirato alla celebre battaglia di El Alamein, in Egitto, che nel 1942 vide le forze dell’Asse guidate da Erwin Rommel soccombere alle armate britanniche del generale Bernard Law Montgomery. Caratterizzato dal color sabbia che ricorda quella del deserto egiziano, unisce il richiamo alla storia alla sua natura di strumento professionale di guida e orientamento su terra e mare, in grado di determinare la posizione di chi lo indossa, sia nell’Emisfero Boreale che in quello Australe, con l’aiuto del sole e delle stelle, senza affidarsi a bussole magnetiche o strumenti elettronici.


Potrebbe interessarti anche