Fotografia

Astrid Kirchherr with the Beatles in mostra a Bologna

Valentina Garola
26 luglio 2017

The Beatles©Ginzburg Fine Arts/Photo Astrid Kirchherr

Il 17 Agosto 1960 è una data storica nel mondo della musica rock: la nascita di una delle band più famose di tutti i tempi, The Beatles.

Tutto iniziò ad Amburgo, dove i giovani musicisti ebbero la possibilità di far maturare e rivoluzionare la loro musica: è infatti proprio in questo periodo che lo stile e il repertorio della band presero forma. Nel 1960, sempre ad Amburgo, i Beatles incontrano per la prima volta Astrid Kirchherr, all’epoca studentessa al Politecnico e assistente del celebre fotografo Reinhard Wolf, da cui stava imparando il mestiere. I due lavoravano soprattutto al Kiserkeller, uno dei tanti locali sulla Reeperbahn, in cui le giovani band inglesi venivano messe sotto contratto a pochi marchi per suonare Rock’n’Roll tutta la notte ed intrattenere i molti soldati americani di stanza in città dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.

George e John, 1962©Ginzburg Fine Arts/Photo Astrid Kirchherr

La giovane Kircheherr venne a sapere della band grazie all’amico e all’epoca fidanzato Klaus Voormann, autore della copertina del settimo album dei Beatles, Revolver. Fin da subito rimase affascinata dalla presenza scenica e dalla qualità del gruppo, che allora alternava cover dei grandi classici del Rock alle proprie canzoni d’esordio.

L’amicizia tra Astrid e i Beatles crebbe velocemente e fu molto importante per la storia del gruppo: Kirchherr li avvicinò all’arte e alla letteratura esistenzialista, apportando in loro un drastico cambiamento nello stile, quello che tutti noi conosciamo. Le giacche di pelle, gli stivali alla texana e i capelli con la banana lasciarono presto posto a completi, camice e al più minimale taglio a caschetto che anche la fotografa sfoggiava e che sarebbe diventato presto uno dei simboli di John Lennon e dei suoi.

La Kirchherr è stata la prima ad immortalare i Beatles in un vero servizio fotografico posato, lasciandoci scatti oramai entrati nella storia, ma che sono rimasti pressoché sconosciuti fino agli anni ’90. Inoltre fu l’unica fotografa ammessa sul set di “Hard Day’s Night”, il primo film del gruppo.

Paul e Astrid, Tenerife 1963©Ginzburg Fine Arts/Photo Astrid Kirchherr

Proprio a questi “Hamburg Days” è dedicata la mostra fotografica “Astrid Kirchherr with the Beatles”, allestita fino al 9 Ottobre a  Palazzo Fava di Bologna e organizzata da Fondazione Carisbo e Genus Bononiae – Musei nella Città, in collaborazione con ONO arte contemporanea, Ginzburg Fine Arts e Kai-Uwe Franz.

L’esposizione presenta anche immagini e materiali fino ad oggi inediti, incluso un prestito della George Harrison Foundation,  e ripercorre la stretta e intima relazione tra la fotografa e il gruppo, oltre che la storia di un luogo e un momento fondamentale per la band che ha cambiato la storia della musica.

La mostra è accompagnata da un omonimo volume pubblicato da Damiani e disponibile in italiano e inglese.

 

 

Astrid Kirchherr with the Beatles
7 luglio – 9 ottobre 2017
Palazzo Fava, via Manzoni 2, Bologna
Orari: Martedì, Mercoledì, Venerdì, Sabato, Domenica 11-19; Giovedì 11-22


Potrebbe interessarti anche