Barbara D’Urso partecipa al reality “Belle più di prima”: e se le ritoccassero le faccette?

Rosa Vittoria
22 agosto 2013

barbara-durso

Barbara D’Urso, la nostra Carmelita nazionale, è bella, brava, onnipresente e versatile: attrice, conduttrice, scrittrice ed ora anche special guest del prossimo reality “Belle più di prima”. Questo nuovo format, che andrà in onda su La5 nella prossima stagione televisiva, avrà come protagoniste donne che non si sentono più attraenti come un tempo e che verranno aiutate da un team di professioniste a riconquistare femminilità ed autostima perdute. Queste esperte si occuperanno di denti, capelli, trucco e, grazie alla presenza di un chirurgo estetico, anche di qualche ritocco assolutamente non invasivo.
Tutti i siti web si sono più o meno scatenati nel sottolinearne l’incoerenza della D’Urso visto che sino ad oggi è stata paladina, all’interno delle trasmissioni che conduce, del “no al ritocco, viva il tutto al naturale”. E in più, se volessimo fare un appunto al casting, potremmo volerci chiedere se una donna di successo come lei, sempre radiosa ed in forma, possa risultare credibile come provoletta stagionata alla ricerca dell’autostima perduta, suscitando immedesimazione in chi la guarderà.
Ma, invece, il primo pensiero che provocatoriamente mi attraversa, è che questo nuovo programma potrebbe essere una buona occasione per ritoccare le sue faccette; no, non quelle dei denti ma quelle con cui notoriamente atteggia la sua mimica facciale: trasalimento, sbalordimento, comprensione. E sì, perché se da un lato è apprezzabile lo sforzo di dimostrarci che non fa uso di botulino, è però il modo di fare televisione e giornalismo di questa emoticon vivente a generare sovente delle perplessità. Le faccette scattano nei momenti topici delle sue interviste, capolavori sensazionalistici di spettacolarizzazione del dolore, dove in nome del dover rendere conto – Pomeriggio 5 è prodotto dalla testata giornalistica Videonews- vengono frugate le corde più sensibili e più intime delle persone-notizia del momento.
Insomma, chissà che il restyling di “Belle più di prima” non coinvolga anche questa modalità di conduzione che non ci piace molto. Dite che è possibile?

Rosa Vittoria