Advertisement
Gossip

Bella e Gigi Hadid manifestano per i diritti degli stranieri

Flaminia Scarpino
6 aprile 2017

La famiglia Hadid, munita di un cartellone con scritto “We are all Humans”, ha marciato a New York contro il decreto anti-stranieri di Trump, attirando l’attenzione di tutto il mondo.

Bella e Gigi questa volta hanno sfilato per le strade della Grande Mela, insieme al fratello Answer e alla madre Yolanda, per difendere la diversità culturale che da sempre popola gli USA e la religione musulmana, a cui sono devote fin da bambine.

La determinazione delle due modelle si deve alla storia personale di loro padre, Mohammed, che prima di diventare un ricco imprenditore – con un patrimonio di 200 milioni di dollari – è stato un rifugiato palestinese, costretto a scappare negli Stati Uniti a soli 14 anni.

Tutte le persone meritano rispetto e gentilezza – ha spiegato Bella – Per me è molto importante, non posso concepire che si trattino le persone diversamente in base alla loro etnia”.

Le due top model si fanno così portavoce di un messaggio importante, di uguaglianza, tolleranza, collaborazione, parità di genere, oltre che di un islam moderno e aperto nei confronti della libertà femminile.

 


Potrebbe interessarti anche