Fotografia

Bellissima. Un viaggio attraverso venti anni di alta moda italiana.

Valentina Garola
23 settembre 2015
FENDI _ Collezione autunno/inverno 1960-61 Cappotto doppio petto in visone con lavorazione chevron in tre colori alternati per la parte superiore e bianco assoluto a fasce orizzontali per quella inferiore unita da una zip.

FENDI _ Collezione autunno/inverno 1960-61
Cappotto doppio petto in visone con lavorazione chevron in tre colori alternati per la parte superiore e bianco assoluto a fasce orizzontali per quella inferiore unita da una zip.

 

“Bellissima. L’Italia dell’alta moda 1945-1968”, un luogo dove moda, cinema e fotografia si incontrano per raccontare venti anni di storia della moda italiana e di come è nato il Made in Italy.

Il 24 settembre, alla Villa Reale di Monza, parte l’edizione milanese di “Bellissima”, diversa da quella precedentemente allestita negli spazi del MAXXI di Roma grazie ad una nuova sezione totalmente dedicata ai tessuti per evidenziare l’importanza della nostra industria tessile per la moda italiana. “Bellissima” è un’esposizione interamente dedicata all’haute couture con i capolavori di grandi maestri come Delia Biagiotti, Fendi, Forquet, Irene Galitzine, Emilio Pucci, Fausto Sarli, Emilio Schuberth, Simonetta, Sorelle Fontana, Valentino, Jole Veneziani e molti altri. Abiti che sono delle vere e proprie opere d’arte e che hanno fatto la storia dell’alta moda ell’Italia del dopoguerra.

Milano, ottobre 1953. Collezione Biki dal servizio "Passeggiata di quattro modelle". Le modelle con la sarta nel suo atelier. © Archivio Federico Garolla.

Milano, ottobre 1953. Collezione Biki dal servizio “Passeggiata di quattro modelle”. Le modelle con la sarta nel suo atelier. © Archivio Federico Garolla.

 

Attraversando gli Appartamenti della Reggia, al Secondo Piano Nobile, sarà quindi possibile fare un viaggio nel tempo grazie a una coreografia di manichini con una selezione di abiti, completata dagli accessori di Gucci, Ferragamo, Fragiacomo, Frattegiani, Roberta di Camerino, dai cappelli di Clemente Cartoni e di Gallia e Peter e dai bellissimi bijoux di Coppola e Toppo.

Una parte dell’esposizione è poi dedicata alle creazioni di Bulgari, main sponsor della mostra, con le immagini delle dive del cinema che hanno indossato i suoi gioielli. Lo stretto legame tra moda, cinema e arte viene testimoniato da alcune opere di artisti come Accardi, Alviani, Burri, Campigli, Capogrossi, Fontana e Scheggi, dalle fotografie degli archivi di Federico Garolla, Johnny Moncada, Ugo Mulas esposte in mostra e, infine, da spezzoni significativi dei film di registi come Antonioni, Rossellini e Fellini, che negli anni della Hollywood sul Tevere hanno accompagnato la moda e l’evoluzione del gusto e del made in Italy. “Bellissima”, proprio con il suo nome, vuole legare moda e cultura ricordando il film di Luchino Visconti dal titolo omonimo.

Milano, 1953. La stilista Germana Marucelli

Milano, 1953. La stilista Germana Marucelli nel suo atelier a Milano, 1953. Foto Federico Garolla. © Archivio Federico Garolla.

 

Bellissima. L’Italia dell’alta moda 1945 1968
24 settembre – 10 gennaio 2016
Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile Viale Brianza, 1 Monza
Orari: dal martedì alla domenica ore 10 – 19; venerdì ore 10 – 22; lunedì chiuso.
La biglietteria chiude un’ora prima
Info: www.mostrabellissima.it e www.reggiadimonza.it


Potrebbe interessarti anche