Arte

Bellotto e Canaletto: un dialogo inedito alle Gallerie d’Italia a Milano

Zoe Polizzi
5 gennaio 2017

1

Fino al 5 marzo 2017, le Gallerie d’Italia a Milano ospitano la mostra “Bellotto e Canaletto. Lo stupore e la luce”.

La curatrice, Bozena Anna Kowalczyk, una delle studiose più importanti al mondo dei due maestri, illustra un eloquente percorso espositivo di 100 opere tra cui dipinti, disegni e incisioni: un viaggio che permette di rivivere l’Europa del Settecento attraverso il razionalismo di matrice illuminista di Antonio Canal, detto “il Canaletto”, il più grande vedutista veneziano, in un confronto con il nipote Bernardo Bellotto, divenuto nel tempo un vero e proprio paesaggista europeo, sviluppando la propria originale chiave interpretativa sulla realtà.

3

L’esposizione è incentrata sul dialogo e sul rapporto tra le opere dei due maestri e su come Bellotto, appresi sapientemente gli insegnamenti dello zio, continui il suo percorso con opere che testimoniano i suoi viaggi artistici a Milano, Vaprio, Roma, Dresda, fino a Varsavia. Una nota particolare meritano le vedute di Dresda, utilizzate come modello per ricostruire la città dopo i bombardamenti del secondo conflitto mondiale.

2

In mostra per la prima volta viene poi esposto l’inventario della casa di Bellotto a Dresda, sfortunatamente distrutta dal bombardamento prussiano del 1760: al suo interno, una selezione di libri appartenenti alla sua ampia biblioteca, che mettono in luce una personalità e un’indipendenza intellettuale straordinarie.

4

La rassegna, articolata in dieci sezioni e caratterizzata da un’impostazione cronologica, offre dunque un’opportunità inedita di apprendimento delle soluzioni pittoriche dei due grandi artisti, garantendo un’ emozione imperdibile perché testimonianza dell’indiscutibile genio pittorico e dell’ unicità creativa di entrambi i maestri.

 

Bellotto e Canaletto. Lo stupore e la luce
25 novembre 2016/5 marzo 2017
Gallerie d’Italia – Piazza Scala 6, Milano
Orari: da martedì a domenica ore 9,30-19,30; giovedì ore 9,30-22,30; chiuso il lunedì


Potrebbe interessarti anche