Leggere insieme

Benvenuti in famiglia… comunque ci siate arrivati!

Marina Petruzio
13 dicembre 2014

welcome-to-the-family-coverOK-ITA

Dopo il Grande grosso libro delle famiglie ecco Benvenuti in famiglia di Mary Hoffman, illustrato da Ros Asquith per Lo Stampatello a cui è rivolta la dedica iniziale dell’autrice.
Se nel primo abbiamo appreso che non esiste più un solo tipo di famiglia ma che ognuno di noi probabilmente ha una famiglia differente per composizione, colore, nazionalità, in Benvenuti in famiglia impariamo a capire che in qualsiasi modo noi si sia arrivati nella nostra famiglia siamo stati sicuramente i benvenuti!

prova-16

Un allegro albo dove illustrazioni serene raccontano più dell’intero testo ed offrono interessanti spunti di dialogo per parlare non solo di famiglia, ma anche di amore e di attesa. Per rispondere a quel “Ma tu volevi proprio un bambino come me?” o ancora “Ma come mi hai avuto?”, interrogativi che si presentano sempre puntuali e che necessitano di risposte precise e amorose.
Un albo che inizia analizzando le scelte di vita possibili: da soli, in cohousing, in coppia, e dei sentimenti che possono scaturire da queste scelte, tutte possibili e reali, basta guardarsi attorno.
Chi sceglie di vivere in coppia, qualsiasi essa sia, può ad un certo punto desiderare un figlio per formare una famiglia, mettere e dare radici.
Ci sono tante persone, tante coppie, tante famiglie possibili ed altrettanti modi per arrivare in una famiglia.
Come crescere nella pancia della propria mamma o nella pancia di una signora gentile che crede che tutti i bimbi abbiano diritto di venire al mondo, nell’istituzione della famiglia e nella bellezza dei bambini. Questa signora si chiama portatrice e aiuta un’altra persona, donna o uomo, ad avere un bambino portandolo lei nella sua pancia.
Arrivare perché adottato, che significa essere desiderato tanto, o in affido, che è quando si cerca una famiglia che si possa occupare dei propri bambini fino a quando non si è nuovamente in grado di farlo.
Grazie alla scienza quando qualcosa non funziona o quando le mamme sono due ed allora i dottori fanno incontrare le cellule della mamma e del papà o di un donatore in una provetta…milioni di bambini ormai arrivano così nella loro famiglia!
Le famiglie si possono allargare, i bambini diventare fratelli senza di fatto esserlo.
Ed anche una persona sola può diventare un’ottima famiglia.
Il messaggio finale abbatte poi confini ed incertezze, dubbi o timori: una cosa è certa, ci saranno sempre nuovi bambini e avranno sempre bisogno di nuove famiglie. La cosa importante è che ognuno sia felice nella propria, desiderato ed amato.

2-dads

Un bellissimo albo da regalare non solo ai piccoli ma anche a chi ha deciso di avere una famiglia e per motivi diversi fatica ad averla, per ampliare le proprie possibilità, per crederci e sperarci sino in fondo. Un albo bellissimo per le mamme abitate e per quelle che lo sono state, per condividere coi propri bimbi un pezzo della loro vita, della loro famiglia che non potrebbero conoscere altrimenti. Un albo per le maestre, da tenere in classe, per parlarne, per soffermarsi sul fatto che non importa come si arriva ma che l’importante è essere, atteso – che già vuol dire amato -, ed arrivare, finalmente!
Benvenuti in famiglia!

Marina Petruzio

Benvenuti in famiglia
di Mary Hoffman illustrato da Ros Asquith
Traduzione: Nicoletta Pardi
Ed.: Lo Stampatello
www.lostampatello.it
Euro: 13,80
Età di lettura: per tutti! 

Ti è piaciuto? Potrebbe interessarti anche: www.luukmagazine.com/diversi-ma-uguali-mi-parli-della-tua-famiglia


Potrebbe interessarti anche