Fitness & Wellness

Bikram Yoga: un’ascesi infuocata

Luca Siniscalco
9 dicembre 2013

yoga_room

Lo Yoga è una pratica tradizionale indiana, di cui esistono molteplici scuole, volta a reintegrare il praticante nelle sue potenzialità originarie. Yoga è letteralmente “unione, giogo”, in quanto congiunzione col principio divino quale scopo finale conseguibile mediante l’aggiogamento dei sensi nella pratica ascetica e meditativa. In Occidente la grande diffusione di tale pratica, anche fra i Vip e le celebrità, soprattutto nella forma dell’Hatha Yoga, si è sviluppata mediante un approccio molto fisico, a tratti sportivo, a tale disciplina. La mentalità occidentale, eccezion fatta per rari casa, ha impiegato questo sistema religioso per sfruttarlo attivamente nella promozione del benessere psicofisico, valorizzando la componente di azione, allenamento e accrescimento del potenziale della disciplina.
Fra le forme dello Yoga più in voga vi è indubbiamente il Bikram Yoga, modalità tradizionale sintetizzata dal maestro Bikram Choudhury, a cui deve il nome.
Quali sono le differenze rispetto allo Yoga più comune? In primo luogo le condizioni in cui esso si svolge: oltre quaranta gradi! Per questo è stato soprannominato hot yoga. I ben ventisei asana (posizioni) contribuiscono a riscaldare ed allungare sistematicamente muscoli, legamenti e tendini, nell’ordine in cui essi dovrebbero essere estesi.
I benefici di tale attività sono molteplici, comprovati persino da studi scientifici universitari, i quali attestano l’emergere di una efficace influenza sul metabolismo, il sistema immunitario, il sistema nervoso (simpatico e parasimpatico) oltre che endocrino, locomotorio (ossa, muscoli, tendini, legamenti, giunture), respiratorio, cardiocircolatorio, riproduttivo e linfatico. Pare, insomma, che la totalità psicofisica, secondo un modello olistico tipicamente orientale, ne tragga vantaggio.
Al miglioramento psichico ed alla tensione spirituale, il Bikram Yoga aggiunge una qualità essenziale nella crescita fisica e nel benessere corporeo. Così sentirsi più giovani, migliorare la postura, prevenire le malattie, sviluppare sensibilità maggiore verso gli squilibri fisici, rinforzare il sistema immunitario, accrescere la flessibilità muscolare non saranno più utopie, ma scenari concretamente raggiungibili.

Luca Siniscalco