Blog del Direttore

Blog del Direttore: domenica a prova di crisi di nervi

Luca Micheletto
23 settembre 2012

A confermare quanto già detto ieri sul culmine raggiunto nel weekend da Milano Moda Donna, ecco una domenica a prova di crisi di nervi.
Uscito di casa incontro una città in larga parte bloccata, causa maratona. E vien voglia di chiedersi come possa la giunta aver approvato una gara podistica che paralizza mezza Milano nel pieno della settimana della moda – poi mi fanno notare che effettivamente non gira tutto intorno all’universo patinato del fashion. Abbozzo.
Ad aprire le danze, una sofisticata collezione Marni, che riesce sempre a conquistare la platea con le sue creazioni di ricerca.
Dall’emergente quartiere Isola, meta scelta da Consuelo Castiglioni, eccoci tutti nell’ormai di rito Tortona district per assistere alla sfilata Trussardi. Un viaggio transoceanico fino agli Stati Uniti per il marchio del levriero, in cui si fondono stili differenti, un incrocio tra eleganza borghese e modernità ribelle.
Collezione moderna ma dal sapore di classico romanticismo, invece, quella salita in passerella per Laura Biagiotti: la stilista romana sceglie colori e volumi per esaltare la normale femminilità di tutte le donne.
Byblos precede l’atteso opening del suo nuovo lounge club con una performance all’insegna del connubio tra tradizione e modernità, in cui gli abiti mantengono una linea pura e rigorosa.
Si vola poi da Missoni, che fa scoprire anche a noi milanesi un angolo sconosciuto, aprendo le porte di una avveniristica location in via Varesina.
Il colore è il protagonista assoluto, di scena una donna luminosa, positiva e sempre impeccabile.
Marco De Vincenzo sceglie una scala cromatica che va dal bianco al nero passando per le eleganti gradazioni del grigio.
Attesissimo Salvatore Ferragamo, che abbandona la sua immagine tradizionale e sceglie l’oro come elemento chiave: on the catwalk una collazione da fine estate che riesce ad adattarsi ai climi di tutto il mondo, in sintonia con le esigenze sempre più globali a cui la maison fiorentina deve rispondere.
A chiudere la giornata, l’opening della nuova boutique Dolce & Gabbana al posto dell’ex D&G di Corso Venezia; nello store, oltre ad un angolo beauty, trova posto una collezione creata ad hoc per questo unico punto vendita.

Luca Micheletto