Blog del Direttore

Blog del Direttore: Milano torna a splendere?

Luca Micheletto
1 luglio 2013

La quattrogiorni milanese dedicata alla moda maschile è giunta al termine lo scorso martedì e finalmente la nostra amata città sembra essersi risvegliata da quel torpore che pareva interessarla da fin troppo tempo.
Ad aprire la kermesse un elegante brunch ospitato dalla Camera della Moda nella suggestiva cornice dello Sheraton Diana Majestic, con una serie di piatti della tradizione culinaria italiana ad incantare i palati dei numerosissimi ospiti internazionali.
Le giornate sono state intense e hanno visto in passerella un giusto alternarsi di grandi nomi – con la sola eccezione di Burberry, che è volato alla volta della London Fashion Week e Moschino che per questa stagione ha scelto Shanghai per presentare le sue nuove collezioni.
Non sono poi mancati i giovani di talento, come Andrea Pompilio, che ha avuto l’onore di sfilate nel Teatro Armani in via Bergognone, e il cinese Jiwenbo.
Ad animare le serate anche una serie di eventi come il sempre spettacolare show di Philipp Plein, seguito da un party dedicato al gioco d’azzardo con la ricostruzione di un vero e proprio casinò all’interno del Teatro Alcione, e quello organizzato da Antonio Marras e Piquadro per presentare i nuovi pezzi della loro collezione presso la discoteca Le Banque, trasformata per l’occasione in una balera anni Cinquanta.
La celebre vodka Grey Goose ha invece affittato una location raccolta e molto scenografica per ospitare una serie di serate che hanno debuttato con la festa organizzata da Carlo Mengucci e si sono concluse con l’elegante cena placée – organizzata in collaborazione con L’Officiel – alla quale ho avuto il piacere di partecipare con un ristretto gruppo di socialite milanesi, tra cui Margherita Missoni, Francesca Versace, Candela Novembre, Micol Sabbadini e la splendida e frizzante Goga Ashkenazi che mesceva personalmente a tutti il suo sake. Abbiamo potuto sperimentare in anteprima il nuovo cocktail Grey Goose colorato di nero e dalle dolci note di basilico.
Ad accompagnarmi lungo le frenetiche giornate di Milano Moda Uomo la nuova esplosiva Renault Clio rosso fiammante: accomodarmi lungo le brevi trasferte ascoltando qualche rilassante canzone e alzare lo sguardo al cielo grazie all’ampio tetto panoramico hanno sicuramente contribuito a rendere anche i trasferimenti momenti di puro stile!
Insomma, Milano sembra davvero essere tornata al centro della scena globale e il brunch di chiusura offerto dalla famiglia Zegna e da L’Uomo Vogue, al quale ha preso finalmente parte anche il sindaco Pisapia, pare esserne l’ultima dimostrazione pratica… in attesa delle novità che dovrebbero interessare la fashion week donna di settembre!

Luca Micheletto