Advertisement
Motori

BMW M3, anzi M4, sta per tornare tra noi

Davide Stefano
17 dicembre 2013

01

La BMW M3 è tornata. Dopo un’attesa di circa due anni, la sportiva coupé per eccellenza è ricomparsa con un innovativo restyling e un nuovo nome: per questa quinta generazione si chiamerà BMW M4 Coupé. La due porte tedesca che ha fatto la storia delle automobili sportive ha infatti cambiato denominazione per distinguersi ulteriormente dalla sorella a quattro porte M3 Berlina, cui lascia il compito di soddisfare le esigenze dei padri di famiglia dal piede pesante.

201312_P90140440-zoom-orig

La BMW M4 Coupé si presenta quindi come la più “esagerata” delle due, quella che i cultori della guida sportiva attendevano da un po’ di tempo; i suddetti appassionati non possono che rimanere affascinati dallo stile moderno e aggressivo della BMW M4 Coupé, che lascia ad altri modelli spoiler ed alettoni vistosi per presentarsi nuda e cruda come la nuova regina delle coupé “cattive”.

201312_P90140438-zoom-orig

Basti dire che con un peso ridotto di 80 kg e i 431 CV sviluppati dal suo sei cilindri (e non più otto) la BMW M4 Coupé è in grado di raggiungere i 250 km/h autolimitati e di accelerare fino a 100 km/h da fermo in 4,1 secondi. Infatti, il motore sotto il cofano della BMW M4 pulsa un motore a sei cilindri Euro 6, dotato di albero motore forgiato, monoblocco “closed-deck” con coppa olio in magnesio e lubrificazione a carter secco che raggiunge i 431 CV con una coppia motrice che arriva a sprigionare 550 Nm (disponibile tra 1.800 e 5.390 giri minuto).

Davide Stefano


Potrebbe interessarti anche