Arte

Body Worlds: un viaggio alla scoperta del corpo umano

Rita Cotilli
5 marzo 2016

copertina
È stata inaugurata a Genova lo scorso 18 febbraio Body Worlds, la mostra itinerante dedicata al corpo umano, che ha già raccolto oltre 40 milioni di visitatori in tutto il mondo a partire dalla prima presentazione a Tokyo del 1995.
Si tratta dell’esposizione di autentici corpi e campioni anatomici umani di donatori anonimi, conservati attraverso la tecnica della plastinazione, inventata negli anni ‘70 dallo scienziato tedesco Gunther von Hagens. Sostituendo dei polimeri di silicone ai liquidi corporei è possibile, infatti, preservare tessuti e organi, consentendo una conoscenza dal vivo del corpo umano.
Ad ospitare questo straordinario evento, che durerà sino al 31 maggio, sono i Magazzini del Cotone situati presso il Porto Antico.

3

Giocatore di scacchi

L’esposizione genovese, dal titolo “Al cuore della vita”, è incentrata sul muscolo motore del nostro corpo e sul sistema cardiovascolare. Appena entrati, la scelta cromatica – con il prevalere assoluto del rosso, messo in risalto da luci che lasciano in ombra tutto il resto – e il continuo echeggiare di battiti cardiaci che accompagnano l’intero percorso, sembrano proiettare il visitatore direttamente all’interno del corpo celato sotto la pelle.
Sono presenti oltre 160 plastinati, tra cui singoli organi, sezioni corporee e 14 corpi a figura intera, mostrati in pose dinamiche per evidenziare il lavoro del sistema muscolare e di quello nervoso nelle diverse attività umane. Ci si imbatte così in un giocatore intento a studiare la prossima mossa a scacchi, in un pompiere che salva una donna da un incendio e in una coppia che pattina sul ghiaccio.

2

Pompiere

Ampio spazio è dedicato, inoltre, al complesso funzionamento organico e alle patologie più frequenti, ricorrendo spesso al confronto tra organi sani e malati.
Nonostante sia stata oggetto negli anni di critiche e condanne perché considerata macabra e di cattivo gusto, la mostra Body Worlds si conferma anche in Italia un’occasione unica per conoscere la sofisticata bellezza del corpo umano: un viaggio quindi alla scoperta della vita attraverso la morte, che ne rappresenta l’ultima fase biologica.

Giocatore di scacchi

Giocatore di scacchi

Come scriveva, infatti, Pessoa “guardando un cadavere, la morte sembra solo una partenza. Il cadavere dà l’impressione di un vestito smesso. Qualcuno se n’è andato e non ha avuto bisogno di portare con sé quell’unico vestito che indossava”.

Body’World – Al cuore della vita
18 febbraio / 31 maggio 2016
Magazzini del Cotone – Modulo 1, Calata Molo Vecchio, 15 – Genova
Orari: da lunedì a giovedì 10.00–20.00; venerdì e sabato 10.00-23.00; domenica 10.00-21.00


Potrebbe interessarti anche