Gli "infestati"

Bon ton: il salotto di Antonella Boralevi a Parigi

staff
15 giugno 2012

Antonella Boralevi da circa due anni ha un “salon” nel suo piccolo appartamento con boiserie veneziana in rue de Varenne, a Parigi, dove organizza piccoli pranzi seduti per la società parigina, che l’ha davvero accolta con gentilezza e allegria. La scorsa settimana ha ricevuto gli scrittori  Eric Emmanuel Schmidt e Patrick de Carolis, intellettuali come l’editrice Eliane Calmann Levy, il designer Willy Rizzo, l’architetto  Alain Gallizia, l’anchor Patrick Poivre d’Arvor,i galleristi  Alain Genestar e Marc Hostier, uomini della finanza come Robert Besnoussan, Alexandre Telinge, i pdg come Stanislas de Quercize, rappresentanti di antiche famiglie antiche famiglie come Hermine de Clermont Tonnerre,i d’Ormesson, i Taittinger, uomini della comunicazione come John Rossant e Ernesto Mauri, scienziati come David Khayat. Grandi conversazioni sull’Italia, molta allegria, vini Antinori e Frescobaldi e pile di libri ovunque. Pasta  alle zucchine e menta e ai broccoli, arrosti al cucchiaio e dolce di cioccolato maison. Persino “Le Figaro” ha dedicato spazio alla nostra scrittrice e , da due anni, Consigliere Diplomatico all’Ambasciata Italiana a Parigi.

Ivan Damiano Rota


Potrebbe interessarti anche