Lifestyle

Cabin Crew – Fashion in the Air: la moda in volo a Rotterdam

Rita Bossi
26 settembre 2017

Aereo che prendi e divisa da hostess che trovi. Tuttavia gli abiti che le assistenti di volo indossano sono il biglietto da visita della compagnia e devono rifletterne lo spirito. Così, non a caso, anche alcuni noti designer si sono cimentati creando uniformi ad hoc, che fossero pratiche ma altrettanto glamour e con caratteristiche uniche. Le più chic saranno esposte al museo Kunsthal di Rotterdam, fino al 4 febbrai0 2018, nella retrospettiva “Cabin Crew. Fashion in the Air.

Soggette alla moda e allo spirito del tempo, le divise delle hostess sono sempre state influenzate dalla grande varietà di stili che si sono avvicendati per svariati decenni: da capi più funzionali e modesti a quelli più eleganti e di grande stile. Il taglio e il colore delle uniformi, i cappelli, la forma e i motivi dei foulard, le giacche e le spille non sono mai lasciati al caso, ogni singolo dettaglio viene accuratamente studiato.

  • XiamenAir China Huidige Uniform Stewardessen. Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • Balenciaga, Kuwait Airways

  • Balenciaga, Royal Air Maroc

  • British Midland Airways Uniform 1987-1996. Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • Delta AirLines Zomeruniform 1969-1970._Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • YSL Qantas Airways Uniform 1987-1993. Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • Emilio Pucci, Braniff International Airlines Uniform1966-1968. Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • KLM Uniform 1971-1975 di Mart Visser. Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • Finnair Uniform 2011-2013. Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • Pacific Southwest Airlines Uniform 1966-1970. Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • Pan Am Uniform 1965-1969. Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • TAAG Angola Airlines Uniform 2015. Ph credit Kunsthal Rotterdam

  • TAP Huidige Uniform. Ph credit Kunsthal Rotterdam

Diverse compagnie aeree si sono avvalse della collaborazione di famosi stilisti per la creazione delle proprie divise: è il caso, ad esempio, dell’attuale uniforme di KLM, ideata dal famoso couturier olandese Mart Visser. Altri illustri nomi che hanno portato il proprio contributo in questo campo sono stati Emilio Pucci, Yves Saint Laurent e Cristóbal Balenciaga. Uno dei capi più curiosi, che rappresenta in pieno lo stile degli anni Sessanta, è la divisa creata da dallo stilista italiano per Braniff International Airways. L’uniforme ha un disegno psichedelico nel colori viola, rosa e azzurro, un cappello a bombetta e stivaletti di pelle verde. Per la compagnia Qantas Airways, YSL ha progettato un abito colorato con tanti canguri, seguendo a ruota la moda di quegli anni con spalline grosse e in evidenza, mentre lo stilista spagnolo Balenciaga crea un miscuglio di motivi occidentali e orientali per Gulf Air.

La straordinaria selezione protagonista di “Cabin Crew. Fashion in the Air” è parte della collezione dell’olandese Cliff Muskiet, il commissario di bordo che possiede la più grande raccolta di uniformi per personale di volo. Dal 1993, Muskiet è riuscito ad acquisire oltre 1405 divise appartenenti a 523 compagnie aeree.

Cabin Crew. Fashion in the Air
Kunsthal,
Museumpark, Westzeedijk 341, Rotterdam
Orari: da martedì a sabato dalle 10 alle 17; domenica dalle 11 alle 17.


Potrebbe interessarti anche