Cacciatore di tifosi: sui campi da rugby con Rubio

Marica Cammaroto
10 dicembre 2013

original_Chef-Rubio-rugbio

Probabilmente acclamato come uno dei personaggi di spicco dell’anno corrente, Chef Rubio, al secolo Gabriele Rubini, non ha nessuna intenzione di arrestare la sua scalata verso il successo. L’avevamo lasciato in tour per l’Italia con “Unti e Bisunti”, il fenomeno culinario del gruppo Discovery, ed ora lo ritroviamo sui campi da rugby. A far che, vi chiederete voi? Dovete sapere che il nostro ex baffo d’oro ha un passato da rugbista nella categoria Super10 e che la passione che nutre per questo sport è seconda solo alla cucina.

Il titolo della nuova serie è “Cacciatore di tifosi” (in onda su DMAX, dal 22 dicembre) e l’obiettivo di Rubini sarà la ricerca di potenziali tifosi da portare sul campo in vista del torneo Rbs Sei Nazioni. Ma come conciliare la cucina con uno sport come il rugby? La risposta la dà lui stesso al giornale Panorama: E’ una sorta di fil rouge.

rubio-620x350

Non cucinerò nulla di elaborato se non quello che si mangia abitualmente nel “Terzo tempo” a fine partita, cioè patate, salsicce e altre cose così. E’ interessante l’elemento conviviale: mentre gli servo da mangiare, chiedo impressioni ai nuovi arrivati, commentiamo la giornata sul campo e le loro sensazioni.” E’ da un po’ che il rugby viene “spinto” dai media: dalle campagne contro la violenza femminile alle pubblicità delle assicurazioni e delle banche, evidentemente puntare sulla figura del rugbista, uno pseudo-omone barbuto, possente ma dolce come un muffin, rappresenta una strategia di marketing vincente e a noi l’idea piace.
Con l’aiuto della Federazione Italiana Rugby, vedremo se il nostro Chef Rubio riuscirà a far lievitare il numero di tifosi di questo sport bellissimo, pieno di valori e spesso sottovalutato. Non ci resta quindi che augurargli buona fortuna!

Marica Cammaroto