A modo mio

Carciofi ripieni di pecorino e ricotta

staff
24 gennaio 2013

Ecco un altro dei miei ortaggi preferiti: il carciofo. È un po’ noioso da pulire: le spine possono creare qualche problema, ma il sapore vale tutto il lavoro e poi è perfetto sia come condimento di un primo, sia come contorno o, come in questo caso, nelle vesti di portata principale. L’origine del piatto in questione è corsa e prevede un formaggio che non si trova comunemente in Italia, e che quindi ho sostituito con il pecorino e la ricotta… vi assicuro che è gustosissimo!

Ingredienti per 4 persone:
8 carciofi con spine di media dimensione
230 gr di ricotta (quella che preferite)
8 cucchiai da the di pecorino romano grattugiato
Il succo di 1 limone
2 cucchiai da minestra di vino bianco
2 cucchiai da minestra di olio evo
Timo e prezzemolo a piacere
Sale, pepe e olio evo q.b.
Pistacchi sbriciolati a piacere

Tempo di preparazione: 35 minuti circa

Procedimento:
In una casseruola capiente portate a bollore dell’acqua salata con 2 cucchiai da minestra di vino bianco, 2 cucchiai da minestra di olio evo e il succo di 1 limone.
Nel frattempo pulite i carciofi: tagliate il gambo, eliminate 2 terzi delle foglie alla base e tagliate la parte superiore di ogni carciofo (tutta la parte con le spine) fino a un terzo dell’altezza.
A questo punto, aprite leggermente le foglie rimaste e con un coltellino pulite il centro di ogni carciofo dalle foglioline interne e dalla “barba” in modo da creare lo spazio per il ripieno (come da foto).
Immergete quindi i carciofi nell’acqua bollente e fate cuocere per 10 minuti abbondanti.
Scolateli e fateli raffreddare.
In una bacinella mischiate la ricotta con il pecorino, salate, aggiungete un trito di prezzemolo e le foglioline di timo.
Riempite con questo composto i carciofi raffreddati. Metteteli in una teglia con un filo di olio evo, pochissimo sale ed infornate nel forno preriscaldato a 180°.
Fate cuocere per circa 15 minuti, fino a quando il ripieno inizierà a dorarsi.
Servite spolverizzando con pistacchi sbriciolati.

Note:
Quando pulite i carciofi ricordatevi sempre di immergerli in acqua e limone affinché non anneriscano. Se per caso dovessero avanzarvi dei carciofi ripieni, sminuzzateli nel mixer e conditeci una buonissima pasta.

Vino consigliato:
Un vino bianco fresco. Giovane, molto piacevole e bevibile “:Erbaluce di Caluso” e mi piace molto quello dell’azienda vinicola Cieck.
Si tratta di un vino piemontese dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, un armonioso profumo di frutta, che si ripresenta anche al gusto, con un a buona nervatura acida, gradevolissimo da abbinare con antipasti, verdure e pesce.

Raffella Mattioli

In questa rubrica Raffaella Mattioli propone ricette veloci, gustose e leggere per aver golosamente cura di se stessi e del proprio tempo. Inoltre, offre consigli e suggerimenti preziosi per esplorare il mondo attraverso profumi e sapori. Raffaella possiede due grandi passioni, le pietre preziose e la cucina. Della prima ha fatto un lavoro, della seconda un hobby con cui rilassarsi, giocare con le figlie e allietare gli amici.


Potrebbe interessarti anche