Caronte dei vip e cacciatrice dell’anima

Annalaura Di Luggo
26 luglio 2016
Kelly Brook, Jeremy Parisi e Annalaura di Luggo

Kelly Brook, Jeremy Parisi e Annalaura di Luggo

Da anni, a bordo della mia imbarcazione, il Fiart 4Tfour, ospito i nomi più importanti dell’Ischia Global Fest organizzato da Pascal Vicedomini.

Nel corso degli anni sulla mia barca sono salite tantissime celebrities di Hollywood. Qualche esempio? Gli attori Jerard Butler, Christoph Walz, Jeremy Renner, Josh Hartnet, Hellen Mirren, Jessica Chastain, Vanessa Hudgens, Antonio Banderas, Sullivan Stapleton, Leo Howard, Giulio Berruti, Eli Roth, Alicia Vikander. Ma anche produttori come Mark Canton, Gianni Nunnari e Avi Lerner, e registi come Paul Haggis, Michael Radford e Lee Daniels. Senza dimenticare alcuni nomi del mondo della musica come Sting, Michael Bolton e Selena Gomez!

image1

Quest’anno, invece, sono stati miei ospiti, tra gli altri, Jeremy Irons con la moglie Sinead, Danny De Vito, la prorompente attrice britannica Kelly Brook con il suo fidanzato attore e campione di judo Jeremy Parisi, e – immancabile come ogni anno – il regista Paul Haggis.

Le giornate in barca sono all’insegna del relax, della spensieratezza e della buona cucina a bordo. Negli anni mi hanno definito scherzosamente “la Caronte dei vip e cacciatrice dell’anima”, perché oltre ai giri in barca tra le bellezze naturali del golfo di Napoli adoro immortalare con una camera oscura dell’occhio da me brevettata l’iride dei miei ospiti includendoli nel mio progetto artistico “Occh-Io/Eye-I”, che mi porta alla ricerca dell’anima di ogni essere umano.

Danny de Vito

Occh-Io/Eye-I nasce, infatti, per cogliere e restituire in forma “amplificata” (l’opera finale misura 1 metro x 1 metro), un aspetto peculiare dell’identità, che appartiene ad ognuno: “l’occhio”, con una evidenza sulla parola IO per evocare quella singolarità di cui è portatore ciascuno di noi e per restituire il giusto valore a qualunque essere umano, a prescindere da ogni stereotipo, come posizione sociale, razza, età e sesso.

Annalaura

L’occhio per me è appunto uno strumento per accedere all’anima e così come tutti, anche gli innumerevoli vip che ho incontrato durante il mio percorso artistico, dopo lo scatto all’iride si sono sottoposti al “soul hunting” ovvero un modo per stimolare a “guardarsi dentro”, una vera e propria caccia alle emozioni e ai sentimenti più profondi. E così, quest’anno, ho deciso di immortalare Jeremy Irons, Gary Dourdan, Jaqueline De Larentis, Barbara D’Urso, Jane Alexander, Massimiliano Gallo, Kelly Brook, Michaela Kennedy e Clayton Norcross, protagonista della soap opera  Beautiful.

Gary Dourdan

Il mio progetto artistico-performativo Occh-IO/Eye-I, dopo varie mostre in tutta Italia, due tappe negli Stati Uniti, Monte Carlo e Heidelberg Museum, è ritornato a Napoli, la mia città città di origine. Qui ho deciso di donare al carcere minorile di Nisida l’installazione permanente “Never  give up”, frutto del lavoro con dieci detenuti minorenni. A ottobre sarà invece protagonista del Salone Nautico Internazionale di Genova con 6 installazioni incluse nel progetto “Sea visions”.