I nostri blog

Che mangino brioche…

staff
27 luglio 2011


A furia di apprezzare il freddo mi sono ammalata. 3 giorni di febbre continua.
Nella noia di convalescenza quale film migliore da vedere se non Marie Antoinette di Sofia Coppola?
Un tripudio di colori, vestiti, sete e belletto.. con una colonna sonora magnifica!
Ispirata dal film ho pensato bene di cercare di riprodurre una delle acconciature.. tra le più semplici in realtà, aiutata da forcine, pettine, lacca e borotalco … tanto borotalco!
Questo è il risultato:

Come ho fatto? Allora prima cosa cotonare, cotonare, cotonare, se non volete cotonare, trovate un toupet di capelli finti per fare volume sulla sommità della testa. Prendete le ciocche lisce che avrete separato dalla montagna cotonata e adagiatele sopra fissando con delle forcine. Per il retro potreste o legare i restanti capelli in una coda laterale che arriccerete con un ferro caldo, oppure raccoglierli in una banana sulla nuca.
Ora la parte più divertente: incipriare i capelli. Dovete sapere che una volta la lacca non c’era e quindi per fissare tutta quella cipria si usavano i grassi più svariati, da quello di foca ad altri più improbabili, dopodiché si provvedeva con un piumino ad adagiarvi sopra la cipria delle sfumature più strane, dal bianco candido al rosa, all’azzurro! Nel nostro caso useremo del banalissimo borotalco spruzzato sopra alla lacca fresca, il risultato non sarà perfettamente bianco, soprattutto se come me avete i capelli scuri, ma come vediamo nel film, ma soprattutto nei dipinti dell’epoca le donne portavano i capelli anche grigi! Quindi lacca e spruzzate di borotalco, per spanderlo bene ci vorrebbe un piumino, io ho solo scosso un po i capelli per diffondere bene il bianco.. innevando tutto il bagno!
Ecco qui un diversivo dalla noia mattutina, ovviamente il lavaggio dei capelli è obbligatorio dopo … consiglio di districare pima la cotonatura e poi passare a 2 o 3 lavaggi per poi nutrire per bene i capelli con una maschera!

 

Iashy