Chi è Franco Marini, dalla Democrazia cristiana al Pd

staff
18 aprile 2013

Franco Marini, il candidato del Pd al Colle, è nato a San Pio delle Camere, in provincia dell’Aquila, nel 1933. Ex presidente del Senato tra il 2006 e il 2008, e attualmente alla guida della corrente cattolica del Partito democratico, inizia la sua carriera politica nella Democrazia cristiana, a cui aderisce nel 1950.

LA DEMOCRAZIA CRISTIANA. Impegnato nelle Acli e nell’Azione cattolica, nel 1985 diventa segretario nazionale della Cisl. Dopo la morte di Carlo Donat-Cattin, nel 1991, ne diventa il naturale erede alla guida della corrente interna al partito più vicina al mondo del lavoro. Nello stesso anno diventa ministro della Previdenza sociale e del Lavoro nel governo guidato da Giulio Andreotti. L’anno successivo è candidato per la Dc alle politiche ed è il primo degli eletti su scala nazionale.

IL PARTITO POPOLARE. Nel 1994 contribuisce alla fondazione del Partito popolare italiano e tre anni dopo ne diventa il segretario. Nel 1999 viene eletto al Parlamento europeo e nel 2002 diventa responsabile organizzativo della Margherita. Qui, mentre si fa strada l’idea del Partito democratico, appoggia Francesco Rutelli nella decisioni della Margherita di presentarsi da sola al proporzionale.

Candidato alle politiche del 2006, entra a Palazzo Madama e il 29 aprile viene eletto presidente del Senato, battendo Andreotti e succedendo così a Marcello Pera. Il suo incarico dura due anni, fino all’aprile del 2008, quando viene eletto Renato Schifani come seconda carica dello Stato.

IL MANDATO ESPLORATIVO. Dopo la caduta del governo Prodi, Giorgio Napolitano gli affida un mandato esplorativo, per valutare se ci siano le condizioni per formare un governo in grado di operare sulle scelte più urgenti, tra cui la riforma della legge elettorale. L’incarico dura appena quattro giorni. Marini, infatti, rimette il mandato nelle mani del capo dello Stato, vista l’impossibilità di trovare una accordo tra le forze politiche.

LE ELEZIONI POLITICHE 2013. All’interno del Partito democratico rappresenta la corrente dei Popolari, la frangia cattolica e di origine democristiana del partito. Candidato alle politiche 2013, Marini non è rieletto.

Fonte: LaPresse