I nostri blog

Chi si ferma è perduto

staff
21 maggio 2011


Succede anche a voi di non riuscire a stare fermi un attimo?
Non parlo del vero e proprio movimento fisico, ma più che altro del movimento intellettuale, mentale, emotivo.
Il fatto è questo: se non sono soffocata da cose da fare, cose da creare e cose da inventare io non mi sento viva.
Odio lasciare scorrere il tempo perdendo minuti preziosi ed occasioni, odio passare le giornate in casa, odio non sfruttare ogni possibilità che mi viene offerta.
E così eccomi qui, faccio talmente tante cose che quando la gente mi fa domande del tipo: “E tu che lavoro fai?” oppure “Cosa fai nella vita?”, mi ritovo a dare ogni volta una risposta diversa perchè altrimenti mi ritroverei a fare una specie di lista della spesa e in ogni caso l’attenzione di chi mi sta ascoltando calerebbe dopo la seconda voce al massimo.
Non ho mai soltanto studiato e non ho mai soltanto lavorato; ho sempre cercato di fare entrambe le cose con il risultanto di non eccellere in nessuna…ma di sicuro non mi sono mai annoiata.
Posso dire di aver fatto un sacco di esperienze, di aver conosciuto tantissima gente e di non essere quasi mai stata un peso per i miei genitori, una figlia che pretende diritti e dimentica i doveri.
Così continuo a vivere la mia vita frenetica e priva di momenti per me stessa: mi sono scordata le vacanze estive e le settimane bianche..
E questo in cambio di che cosa? Della tanto agognata “indipendenza”.
Finalmente posso dire che vivo grazie alle mie sole forze e che ho imparato a cavarmela anche quando le cose sembrano mettersi davvero male. E se dovessi fare uno sbaglio e cadere rovinosamente… un paio di cerotti e via di nuovo.

 

Sheena