Tech

Chi usa i social media in Italia?

Giulio Stella
19 ottobre 2015

Digital-crowd

Moltissime persone usano i social media ogni giorno, chi per restare informato, chi per tenersi in contatto con le persone care, chi per lavoro. Ma indipendentemente dall’utilizzo che se ne fa, oggi vogliamo scoprire qual è il profilo delle persone che li utilizzano.

Il Pew Research Center è un istituto di ricerca americano che ha cercato di rispondere alla domanda analizzando 27 diversi sondaggi condotti tra il 2005 e il 2015 (ad esclusione del 2007). L’organizzazione ha rilevato che circa il 65% di tutti gli adulti utilizza i social media.

Andando a conoscere in dettaglio qualche numero riguardo al nostro paese, con l’aumento della penetrazione di Internet nel 2015 di un +2.5% rispetto al 2014 risulta che gli utenti italiani trascorrono sui social media circa 2,5 ore al giorno, e il dato coincide con quanto registrato nel 2014.

Come ci si potrebbe aspettare, la fascia 18-29 anni utilizza i social media più di qualsiasi altro tipo di utente. Tuttavia, l’analisi del Pew Research Center ha rilevato che le persone di età superiore ai 65 anni stanno recuperando terreno piuttosto rapidamente.

Nel 2010, un mero 11% tra gli over 65 usava i social media di qualsiasi tipo. Ora questa cifra è più che triplicata, e si aggira oggi attorno al 35%.

Scendendo sempre più nel dettaglio per quanto riguarda l’Italia, va detto che è di 36,6 milioni la popolazione internet e 28 milioni sono gli utenti che hanno un account sui social media (dato in crescita dell’8%), ossia il 46% della popolazione totale. Sono 22 milioni gli utenti italiani che accedono ai social media da mobile: il 36% della popolazione totale italiana.

Non ci sono invece grandi differenze di genere: tra coloro che utilizzano i social media contiamo il 68% delle donne e il 62% degli uomini. Esiste tuttavia un’interessante correlazione tra l’istruzione e l’uso dei social media. “Attualmente i tassi di adozione per i social media si attestano intorno al 76% per i laureati, il 70% per coloro con un diploma post liceo e 54% per coloro che hanno un diploma di scuola superiore o meno“, si legge nella relazione.

Guardando la cartina geografica, i residenti urbani e suburbani sono leggermente più propensi a utilizzare i social media rispetto a coloro che abitano nei sobborghi/periferia. Un po ‘più sorprendente sono le differenze di reddito delle famiglie segnalate e l’uso dei social media. Risulta infatti che le famiglie ad alto reddito siani più propense a utilizzare i social media rispetto ai nuclei familiari a più basso reddito.


Potrebbe interessarti anche