Leggere insieme

Chissadove

Marina Petruzio
15 marzo 2016

00

Chissadove è un albo pubblicato da Zoolibri, scritto da Cristiana Valentini e illustrato da Philip Giordano e già alla sua prima ristampa. Non solo.
Per avvicinarci alla primavera con stile, dicono dalla casa editrice, oggi e solo dalle 12 alle 21, in streaming sulla pagina di FB, sarà in onda il cartoon di questa tenera storia che ha commosso ed appassionato adulti e bambini per quel che di così sottile va a toccare.

1

Partire è lasciare. Lasciare qualcuno che ci è caro. È lasciare un luogo per un altro e chissadove…appunto. E dov’è chissadove e cos’è poi chissadove? Come ci si arriva? Sarà ospitale? Ci sarà il sole o piove, è umido e fa freddo? Ci sarà il mare a chissadove? Chi si occupa di chi a chissadove? E ancora: ma quanto è lontano, se è lontano?!  E la strada per chissadove quale sarà? Di qua, di là di sopra, di sotto. Chissadove.
Per andare a chissadove c’è chi volò al caldo sud,chi al freddo nord. C’è chi volò vicino vicino e chi andò lontano lontano. Forse a chissadove.
Chissadove forse è meglio non andarci, così pensa un semino che furbescamente continua a dormire facendo finta di non vedere i suoi fratelli che partono portati dal vento, soffiati fuori dalle note fronde ormai pronti per partire, grandi per farsi alberi e albere. Ma lui fa finta di non sentire, in quel giorno fiorito.
E chi non starebbe ancora lì tra le braccia della mamma, tra le fronde fresche e danzanti di un bell’albero dal cuore di ciliegio, stretta stretto al suo bambino, alla sua bambina? Anche solo un giorno ancora.

2

Solo un giorno per cullare, ancora una volta. Solo un giorno per accudire, proteggere, nutrire. Solo un altro giorno. Solo un giorno. E poi ancora uno. E uno. Uno.
Crescendo si cresce, ma diventar grandi è un lavoro. Saper lasciar andare è sempre troppo presto. Chissadove poi è a chissadove.
Prendere le misure, allontanarsi, emancipare. Regalare ai propri figli o figlie la possibilità di crescere e farsi alberi indipendenti forti e con un cuore di ciliegio in un luogo che è chissadove ma anche vicino, lì a un passo da te mamma, poco distante piccola persona che cresci a vista d’occhio.
Non sempre è semplice.
Ma l’autunno presto o tardi arriva e le foglie porta via, le fronde non possono più proteggere e quando si è grandi ad un tratto si va, istintivamente, per impazienza o per necessità, non più bisognosi di essere sorretti, per la propria via che porta in quel chissadove che può anche essere un bel prato in compagnia di un fiore.

3

Un grande cuore rosso dai risguardi ci parla di infinito amore, di quel cuore di ciliegio che è l’amore con cui ci è permesso di affacciarci alla vita, con cui tessiamo reti di rapporti che ci portano sulla strada per chissadove, che sebbene non si sappia dov’è sappiamo che dobbiamo percorrere. Ci divertirà farlo. Faticheremo. A volte sarà in discesa, allora sarà più facile. Qualcuno da lontano ci guarderà, accudendo ancora col pensiero e nei ricordi troveremo traccia indelebile di quell’accudimento che poi serve per poter andar da soli.

Chissadove
scritto da Cristiana Valentini e illustrato da Philip Giordano
www.cristianavalentini.comwww.philip-giordano-pilipo.com
Collana: gli illustrati

Edito: Zoolibri
www.zoolibri.com
Euro: 15,00

Età di lettura: da 4 a 99 anni


Potrebbe interessarti anche